23.8.2020: Il Morellino Classica Festival torna al Convento del Petreto di Scansano con un quartetto di chitarre.

La grande Scuola chitarristica italiana con il pregiatissimo Boccherini Guitar Quartet sarà ospite di Morellino Classica Festival il 23 agosto ore 19 al Convento del Petreto di Scansano (1415), eremo di San Bernardino da Siena.
Eccelsa arte musicale, storia, natura.
Tutto ciò è la Bellezza del nostro amato Festival toscano.
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Affrettatevi, posti limitati per Covid.

17.5.2020: Presentazione del Morellino Classica Festival 2020 in video conferenza aperta a tutti

Domenica 17 ore 18 dalla piattaforma virtuale Maremma Toscana Meets Experience Event, Pietro Bonfilio presenterà la IX edizione di Morellino Classica Festival Toscana.

Saranno collegati da tutto il mondo musicisti e personalità della musica internazionale.

Ospiti d’onore il celebre tenore Fabio Armiliato e il grande violinista Davide Alogna che terranno i loro concerti della rassegna nel prossimo mese di agosto.

Sarà possibile collegarsi a Zoom.us e partecipare all’incontro con i protagonisti, intervenire e porre loro domande sul festival e sull’importanza vitale della musica soprattutto in un momento così difficile per tutti nel mondo.

Questo il link:
https://us02web.zoom.us/j/83044013865

 

Morellino Classica Festival 2020: il Programma completo e una riflessione del Fondatore del Festival

Noi ci siamo, il sipario resta aperto.
NON SI PUÒ FERMARE LA MUSICA!
Occorre solo un poco di buon senso affinché gli uomini non continuino ad essere privati di un elemento essenziale alla loro propria vita spirituale.
Invero, tra tutti i soggetti colpiti dall’emergenza sanitaria, gli unici ad essere ancora relegati alla sterile espressione virtuale, sono proprio gli officianti di quei riti dedicati al nutrimento profondo dell’animo umano: il sacerdote e il musicista.
Perché questa mancanza?
Eppure occorrerebbe poco a colmarla: ebbene, se i tanti bizzarri neologismi coniati all’uopo – distanziatore sociale, distanziatore di sicurezza – sono i lasciapassare consentiti, perché non applicarli in Chiesa o nei teatri e sale da concerto? A maggior ragione nel prossimo periodo estivo quando la grande maggioranza dei concerti si svolge all’aperto.
La nostra rassegna musicale, al pari di tante altre nel mondo, si svolgerà in estate e all’aperto. Nulla di impossibile, dunque, Solo un poco di buon senso e il riconoscimento delle primarie necessità spirituali.
Ho fiducia!
Cara amica e caro amico della Musica e del Festival, spero che stiate bene e in serenità, nonostante il difficile momento che perdura ormai da circa due mesi, uno spazio-tempo incredibilmente nocivo per le attività di sostentamento dell’uomo e per la mancanza di fruizione della musica hic et nunc, «qui e ora» che ne accentua la gravità.
Per queste ragioni abbiamo continuato a studiare musica e a lavorare più di prima e con determinazione per la musica, completando il programma della IX stagione del Festival, per essere pronti nell’offrire ciò di cui abbiamo tutti bisogno: il contatto umano attraverso la bellezza della musica che non può prevenire il dolore quotidiano tuttavia può lenire lo sgomento e farci ritrovar la strada.
Con il desiderio di incontrarvi presto per continuare insieme il nostro itinerario musicale e culturale nella splendida Maremma, vi invio il lungo e ricco programma musicale che parte il 5 giugno e termina il 1 gennaio 2021 e che vogliamo dedicare alla memoria di tutte le vittime dell’epidemia.

Antonio Bonfilio, 8.5.2020

1º maggio in quarantena: Vien la Primavera del Coro le Donne di Magliano & Friends

Vien la primavera (canto popolare toscano)

Le Donne di Magliano

Carla Baldini – direzione e arrangiamento

Alessandro Camaiti – chitarra

Andrea Frosolini- violino

Maurizio Geri- chitarra

Emanuele Pellegrini – percussioni

Voci Soliste:
Carla Baldini, Chiara Riondino, Maurizio Geri, Lisetta Luchini, Bobo Rondelli

Donne di Magliano & Friends

Girasoli:
Anita Bassanelli, Monia Benedetti, Ombretta Butelli, Dorina Canapini, Lorella Capitini, Donella Menicucci, Patricia Nassi Elisabetta Rinaldi, Mirella Rossi

Rose:
Emilia Alessi, Debora Contorni, Isabella Del Principe, Veronica Ferrara, Letizia Lorenzini, Nicoletta Di Natali, Alice e Matilde Marchetti, Giulia Mazzolini, Marina Meggiorini, Sabrina Sestini.

Viole:
Elena Bellini, Alla Aleksandra Buhanevici, Giovanna Comandi, Laura Comandi, Barbara Maggini, Cristiana Milaneschi, Laura Pica, Luciana Tei, Manuela Tognozzi

Montaggio audio e video: Francesco Frosolini

 

12.4.2020: Auguri di Buona Pasqua con “Musica per la speranza: Andrea Bocelli dal Duomo di Milano”

 

Programma:

  • Panis Angelicu (from “Messe Solennelle” Op. 12, FWV 61) César Franck 
  • Ave Maria, CG 89a (arr. from Johann Sebastian Bach, “Prelude” no. 1, BWV 846) Charles-François Gounod  
  • Sancta Maria (arr. from “Cavalleria Rusticana”, Intermezzo) Pietro Mascagni  
  • Domine Deus (from “Petite Messe Solennelle”) Gioachino Antonio Rossini
  • Amazing Grace John Newton

Uno stupendo video del Morellino Classica Festival

Riceviamo dalla Direzione del Festival questo bellissimo video che pubblichiamo volentieri.

Speriamo di poter presto tornare a cantare:

“E quindi uscimmo a riveder le stelle”

Buona visione di questo delicato e suggestivo filmato a cura di RAI-BBC-Edit-Ivp.
In questo momento difficile vorrei contribuire ad alleviare, anche solo per pochi minuti, il dolore, la preoccupazione e la tensione affinchè si possa continuare a sognare e a condividere tutti insieme la smisurata Bellezza del Creato e della Musica.
Nella foto di copertina: la Torre Giurisdavidica del Monte Labro di Arcidosso Amiata dove il 15 agosto si terrà uno dei concerti più importanti della rassegna.
La musica salva.

ANTEPRIMA DEL PROGRAMMA DEL MORELLINO CLASSICA FESTIVAL 2020

Il Monte Labro con la sua Torre Giurisdavidica nel Parco Faunistico del Monte Amiata, Il Duomo di Sovana nel Millenario della nascita di Ildebrando di Soana, San Gregorio VII, il più grande pontefice del Medioevo, la Sinagoga di Pitigliano con l’enfant prodige da Israele Nahar Eliaz, saranno alcune delle emozionanti novità che si aggiungeranno al lungo itinerario musicale, tra incantevoli paesaggi, maestosi castelli, antiche chiese e avveniristiche cantine d’autore.

Una delle star del festival di quest’anno sarà il tenore Fabio Armiliato, figura centrale della lirica italiana nel mondo.

L’anteprima del Festival a Napoli nell’ambito della manifestazione eno-culturale Maremma meets Neapolis.

Il concerto di Fine Anno 2019 dedicato alla Lirica, ha chiuso con l’Orchestra dei Musicisti Coreani in Italia, patrocinata dall’Ambasciata e dall’Istituto Culturale della Repubblica di Corea, una straordinaria stagione musicale. Con quell’appuntamento si concludeva il ciclo dedicato alla cultura musicale proveniente dall’Asia che aveva visto la partecipazione di numerosi musicisti provenienti dalla Cambogia, dalla Corea e dalla Thailandia, il compositore e pianista Nat Yontararak e la Principessa Pawong Duen e i danzatori del Thai Christian Communications Institute Payap University Bangkok, accompagnati dall’Ambasciatore della Thailandia.

Tra i numerosi musicisti di fama, ha spiccato la presenza di Beatrice Rana, pianista tra le più apprezzate al mondo, eletta musicista dell’anno al Royal Albert Hall di Londra con l’assegnazione del Premio Oscar della musica classica. Abbiamo assistito, inoltre, ad un avvenimento culturale senza precedenti in Maremma con l’esposizione di alcuni capolavori di Francisco Goya e l’esecuzione in prima mondiale di musiche composte dal celebre pittore e venute alla luce recentemente, eseguite dal direttore artistico del Festival, il pianista Pietro Bonfilio.

Morellino Classica Festival giunge quindi quest’anno alla sua nona edizione sulla scia di un crescente successo con un pubblico sempre più numeroso, una sempre maggiore attenzione della stampa nazionale e un consenso e una comunanza di intenti ed interessi tra le aziende del settore vitivinicolo, bancario e istituzionale. A fianco degli storici sponsor principali, primi fra tutti, Banca TEMA Credito Cooperativo e Consorzio di Tutela del Morellino di Scansano, che hanno creduto fin dal primo anno all’idea progettuale “musica-natura-vino”, si segnala la partecipazione dei Comuni di Arcidosso, Pitigliano, Sorano che allargano il già esteso territorio su cui il Festival, accolto favorevolmente da quelle cittadinanze, distribuisce con successo gli appuntamenti estivi.

Si rafforzano collaborazioni con aziende di settori diversi dal vitivinicolo come Ricola AG, famosa azienda svizzera attenta alla sostenibilità e all’ambiente, ma anche all’arte e alla musica, e l’azienda tedesca Mercedes-Benz, presente sul territorio con la concessionaria Ugo Scotti Srl Grosseto.

In attesa della presentazione ufficiale vogliamo dare solo alcune anticipazioni. Tra i tanti appuntamenti di rilievo del 2020 si segnala come novità assoluta il concerto che si terrà il 15 agosto sulla sommità del Monte Labro, uno dei luoghi più suggestivi della Maremma per la sua posizione geografica e per la spiritualità che si respira dalla Torre costruita dalla Comunità Giurisdavidica fondata dal predicatore Davide Lazzaretti che per il suo visionarismo e per la sua tragica fine, viene ricordato ancora oggi come il Cristo dell’Amiata. L’evento, fortemente voluto dal Sindaco Jacopo Marini e sostenuto dall’Amministrazione del Comune di Arcidosso, vedrà l’esibizione di una formazione particolare, appositamente scelta per le caratteristiche del luogo, composta da musicisti di fama provenienti dalla Germania: Consort Brass Ensemble Berlin diretti dal maestro polacco Dariusz Mikulsky, con il violinista Davide Alogna, e il soprano polacco Aleksandra Gudzio, come ospiti d’onore.

Altra novità è l’importante concerto, voluto, sostenuto e promosso dal Vescovo della Diocesi di Sovana, Pitigliano e Orbetello, Monsignor Giovanni Roncari, dal Direttore Ufficio Beni Culturali Don Marco Monari, dal Sindaco di Sorano Pierandrea Vanni, che si terrà il 29 agosto nel magnifico Duomo di Sovana (VIII secolo) in occasione del Millenario della nascita di San Gregorio VII nato a Sovana nel 1020. Il concerto sarà eseguito dall’Orchestra Gioacchino Rossini Opera Festival di Pesaro diretta dal maestro giapponese Chikara Imamura, solista lo straordinario pianista rumeno Daniel Petrica Ciobanu, soprano Federica Livi per un evento di grande solennità artistica e spirituale.

Altro concerto di grande suggestione emotiva e di intima riflessione sarà quello previsto alla Sinagoga di Pitigliano, la Piccola Gerusalemme, con l’esibizione per violoncello solo dell’enfant prodige proveniente da Tel Aviv, la tredicenne Nahar Eliaz.

Gli altri concerti di richiamo vedranno l’esibizione, oltre che come sempre di giovani eccellenze italiane già all’attenzione internazionale, di altri grandi musicisti, tra cui di particolare rilievo la partecipazione del famoso tenore Fabio Armiliato, una delle più grandi figure della Lirica mondiale che si esibirà il 20 agosto nella Chiesa di San Giorgio a Montemerano con l’arpista Davide Burani in un originale programma di profonda intensità emotiva.

Inoltre, per celebrare i 250 anni della nascita di Ludwig van Beethoven, che coincidono con il centenario della nascita di Piero Farulli, storico fondatore del Quartetto Italiano e della Scuola di Musica di Fiesole, si è costituito per l’occasione un super-gruppo formato dalle prime parti delle più importanti orchestre italiane, l’Orchestra dell’Arena di Verona e del Teatro Regio di Torino; l’ensemble, denominato SetteinsiemeperPiero e diretto da Federico Guglielmo, uno dei massimi conoscitori e interpreti di musica barocca, si esibirà il 18 luglio.

Ancora in tema di ricorrenza della nascita del Genio di Bonn, il Festival avrà l’onore di ospitare l’11 luglio il pianista Vincenzo Balzani, noto didatta e profondo studioso della figura del grande compositore tedesco, che terrà un recital-racconto dal titolo Sturm und Drang.

Il 25 luglio nella Tenuta dell’Ammiraglia Frescobaldi di Magliano, dall’elegante architettura, potremo assistere ad un originalissimo concerto fatto di musica, cibo e vino, intitolato Rossini Gourmet con I Solisti dell’Orchestra Sinfonica Gioacchino Rossini di Pesaro; il programma consiste nell’abbinare l’arte culinaria del compositore pesarese alle sue immortali composizioni. Il Quintetto di Fiati e un attore, ci condurranno alla scoperta della passione del grande compositore. Lo spettacolo, molto originale nel suo contenuto, affascinante e coinvolgente nella sua esposizione, vedrà l’inserimento di figure di esperti Chef e Sommelier per spiegare accostamenti, differenze e particolarità tra la cucina rossiniana e quella toscana e maremmana a cui verranno abbinati i pregiati vini Frescobaldi.

L’itinerario musicale del Festival prevede, quest’anno, anche il ritorno in uno dei luoghi che diede ospitalità alla rassegna fin dai primi anni, La Fattoria le Pupille, rinomato luogo di un marchio aziendale di qualità e prestigio. Il concerto previsto sarà eseguito dagli Archi dell’Orchestra della Toscana, violino solista Davide Alogna, con un programma incentrato sulle Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi e le originalissime Quattro Stagioni di Astor Piazzolla.

Da sempre il Festival si avvale anche della collaborazione delle prestigiose istituzioni musicali quali l’Accademia Chigiana di Siena, la Scuola di Musica di Fiesole, Georg Solti Academy di Londra, del Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano, del Conservatorio Luigi Boccherini di Lucca, Conservatorio di Santa Cecilia di Roma e del Cidim – Comitato Nazionale Italiano Musica di Roma, e da sempre il Festival propone la migliore gioventù musicale italiana.

Il 16 agosto, infatti, nella Chiesa romanica di Roccalbegna, si esibiranno due giovanissimi musicisti vincitori dei concorsi internazionali più importanti al mondo, Carlotta Dalia, chitarra e Giuseppe Gibboni, violino, due eccellenze italiane dal futuro luminoso.

Altri appuntamenti sono previsti durante il periodo invernale, tra cui quello incentrato sul compositore Dmitri Shostakovich e i suoi allievi, a loro volta illustri compositori del Novecento russo, Alemdar Karamanov, German Galynin, Boris Tchaikovsky.

Il concerto prevede l’esibizione di Pietro Bonfilio, studioso e fine interprete del pianismo russo, che ha all’attivo due CD su Dmitri Kabalevsky e Modest Mussorgsky che hanno riscosso notevole apprezzamento da parte della critica musicale e del pubblico. L’appuntamento fa parte del tour di presentazione della nuova biografia sulla figura del grande compositore curata dal musicologo russo, Valerji Voskoboinikov.

Come di consueto il Festival concluderà l’edizione 2020 mettendo in scena l’Opera Lirica. Dopo il grande successo dello scorso anno con La Bohème, sarà la volta del Barbiere di Siviglia che verrà allestito nei teatri di Scansano, Arcidosso e nell’Auditorium Banca Tema di Pitigliano.

Intanto la stagione musicale sta per incominciare con un’anteprima fuori regione, il 28 marzo a Napoli nell’ambito di Maremma Toscana meets Neapolis, manifestazione ideata e curata da Marco Bisdomini (imprenditore e animatore culturale – titolare della ACAS3D srl), in collaborazione con l’Associazione culturale Celanapoli, allo scopo di promuovere il territorio della Maremma assieme alle aziende che vi operano, in cui è previsto il concerto dal titolo In viaggio con la sirena Partenope – storie e racconti sul canto napoletano fra ‘700 e ’900 con Daniela del Monaco, contralto e Antonio Grande, chitarra.

Articolo di Elisabetta Russo

 

I LUOGHI DEL MORELLINO CLASSICA FESTIVAL 2020

      • Castello di Montepò (1300)
      • Sito Etrusco di Ghiaccio Forte
      • Piazza di Massa Marittima (1100)
      • Chiesa di San Biagio di Montorgiali (1540)
      • Convento del Petreto (1274)
      • Teatro Castagnoli (1852)
      • Santuario di San Giorgio di Montorgiali (1200 circa)
      • Castello di Potentino (1150)
      • Chiesa romanico-gotica di Roccalbegna (1300)
      • Chiesa di San Giorgio di Montemerano (1340)
      • Castello di Manciano (1118)
      • Piazza del Castello di Montemerano (1050)
      • Cassero Senese di Roccalbegna (XIII secolo)
      • Castello della Marsiliana di epoca medievale
      • Cassero Senese Duomo di Grosseto
      • Teatro degli Industri di Grosseto (1819)
      • Vescovado del Palazzo Orsini (XI secolo) e Sinagoga (1598) di Pitigliano
      • Torre Giurisdavidica di Monte Labro Arcidosso (1869)
      • Cattedrale di Sovana (VIII secolo)
      • Terme di Saturnia – Hotel Il Pellicano
      • Fattoria Le Pupille, Azienda Val delle Rose Famiglia Cecchi
      • Tenuta dell’Ammiraglia Frescobaldi
      • Teatro sull’Acqua di Sasseta Alta
      • Viveterna Panoramic Terrace di Castiglione della Pescaia
      • Palazzo Esposizioni di Scansano (1870)
      • Cava di Marmo di Montemerano

27.12.2019: Concerto di Natale dai Vignaioli in beneficenza per l’Auser

Venerdì 27 dicembre alle ore 21, presso la Cantina dei Vignaioli del Morellino a Scansano, Concerto di Natale, con incasso in beneficenza per l’Auser di Scansano.

Un’esclusiva performance musicale che unisce le melodie classiche della Filarmonica “Amilcare Ponchielli” alle sonorità spiritual e afro del coro gospel “Soong Taaba Quintet”, entrambi di Saturnia.

Al termine del Concerto di Natale, gli auguri davanti a una fetta di panettone e, ovviamente, un calice di spumante.

Ingresso a offerta libera. Il ricavato del Concerto di Natale andrà a favore dell’Auser, associazione di volontariato che si prende cura degli anziani favorendo un invecchiamento attivo.

È gradita la prenotazione.

Ore 21.00: concerto
A seguire brindisi.

Filarmonica “Amilcare Ponchielli” Saturnia
Fondata a Saturnia nel 1913, da oltre un secolo la Filarmonica “Amilcare Ponchielli” si esibisce in un repertorio che comprende marce militari, brillanti, brani classici e operistici, successi della musica leggera contemporanea, canzonieri e medley.

Coro gospel “Soong Taaba Quintet”
Il Coro Gospel Soong Taaba è nato a Saturnia nel 2009 e interpreta brani gospel tradizionali e spiritual attingendo anche alle particolari sonorità africane.

29.12.2019: Gran Concerto di fine d’anno del MCF con l’opera integrale La Bohème di G. Puccini

CONCERTO DI FINE ANNO
Morellino Classica Festival chiude la straordinaria stagione musicale 2019 al Teatro Castagnoli di Scansano con l’Opera Lirica La Bohème di Giacomo Puccini.
L’opera sarà eseguita dall’Orchestra “Spazio D” Musicisti Coreani in Italia, diretta da Deun Lee. Sarà presente il Direttore Istituto Culturale Coreano Prof. OH Choong Suk.
Ingresso a Offerta Libera a sostegno delle molteplici attività musicali, culturali e di solidarietà di Morellino Classica Festival.

Al termine del concerto brindisi di auguri per il Nuovo Anno 2020 con i prelibati prodotti tradizionali della Pasticceria Corsini e con i pregiati vini e spumanti Mantellassi Morellino di Scansano.
Per informazioni e prenotazioni: 0564 507982–349 538 00 69

MORELLINO CLASSICA FESTIVAL CHIUDE LA STRAORDINARIA STAGIONE MUSICALE 2019 AL TEATRO CASTAGNOLI DI SCANSANO CON L’OPERA LIRICA LA BOHEME DI GIACOMO PUCCINI.
IL CONCERTO DI FINE ANNO SARA’ ESEGUITO DALL’ORCHESTRA DEI MUSICISTI COREANI IN ITALIA, ALLA PRESENZA DEL DIRETTORE DELL’ISTITUTO CULTURALE COREANO A ROMA.
Con il Patrocinio e la coorganizzazione del Comune di Scansano,
il consueto Concerto di Fine Anno della rassegna musicale toscana quest’anno conclude il ciclo di concerti rivolti e dedicati alla cultura musicale proveniente dall’Asia. Già in precedenza negli anni passati ma soprattutto in questa edizione, si sono svolti tre appuntamenti di successo con la partecipazione di numerosi musicisti provenienti dalla Cambogia, dalla Corea e dalla Thailandia: in Primavera nella Chiesa di Montorgiali, in Estate presso il Teatro sull’Acqua di Sasseta Alta a Scansano e in Autunno al Teatro degli Industri di Grosseto.

Il concerto invernale per eccellenza, quello di Fine Anno, fissato per il 29 dicembre alle ore 21, sarà eseguito dall’Orchestra “Spazio D” diretta da Deun Lee, giovane direttore in ascesa internazionale e vedrà la messa in scena di una delle più belle e celebri pagine della tradizione Lirica: La Bohéme di Giacomo Puccini.

La formazione orchestrale formata da giovani musicisti, creata, prodotta e organizzata dal Direttore Artistico Davide Hong Shin Kil, è attiva in Europa, negli Stati Uniti e in Asia allo scopo principale di promuovere l’Opera Italiana nel mondo. Il nome dell’Orchestra ‘Spazio D’ sta ad indicare ‘D’, simbolo del palcoscenico.

Il cast è formato da giovani e già affermati cantanti che copriranno i seguenti ruoli:
Mimì / Seonyoung Park – Rodolfo / Chanyung Yoon – Musetta / Ketevan Sikharulidze – Marcello / Mirko Griggio – Schaunard / Matteo Torcaso – Colline / Jong Eon Sung – Benoît & Alcindoro / Shunsuke Suzuki.
Maestro Accompagnatore sarà il pianista Nari Kim.

All’importante appuntamento sarà presente il Direttore dell’Istituto Culturale Coreano Prof. OH Choong Suk.

Ingresso è a Offerta Libera a sostegno delle molteplici attività musicali, culturali e di solidarietà di Morellino Classica Festival. Al termine del concerto brindisi di auguri per il Nuovo Anno 2020 con i prelibati prodotti tradizionali della Pasticceria Corsini e con i pregiati vini e spumanti Mantellassi Morellino di Scansano.

Per informazioni e prenotazioni: 0564 507982–349 538 00 69

 

29.12.2019: La Bohème al Teatro Castagnoli per il Concerto di fine anno del Morellno Classica Festival

Prossimo appuntamento di Morellino Classica Festival:
Concerto di Fine Anno
Teatro Castagnoli Scansano 29 dicembre ore 21,00
Ingresso a Offerta Libera a sostegno delle molteplici attività musicali, culturali e di solidarietà di Morellino Classica Festival.
Per informazioni e prenotazioni: 0564 507982

Produzione La Bohème

Direttore d’Orchestra: Deun Lee
Direttore Artistico: Davide Hong shin Kil
Orchestra di Spazio D
Maestro Accompagnatore: Nari Kim

Mimi: Seonyoung Park
Rodolfo: Chanyung Yoon
Musetta: Ketevan Sikharulidze
Marcello: Mirko Griggio
Schaunard: Matteo Torcaso
Colline: Jong Eon Sung
Benoit&Alcindoro: Shunsuke Suzuki

Teatro Castagnoli di Scansano
Dicembre.29.2019 ore 21:00
AMC in Italia in collaborazione con Morellino Classica Festival 2019.

16.11.2019: Wine and food tasting with live swing music in Cantina

La Cantina dei Vignaioli del Morellino di Scansano organizzano una serata dedicata alla musica swing degli anni 50 e ai loro vini classici, come il Morellino di Scansano o il Bianco di Pitigliano. La serata è aperta da una visita alle attrezzature d’avanguardia della Cantina.

Il programma della serata:

  • ore 19.30: ricevimento e inizio della visita guidata della cantina
  • ore 20: cena degustazione, aperitivo con prodotti locali, selezione di tortelli maremmani, il tutto abbinato ai nostri vini migliori
  • ore 21: a seguire concerto swing della Tea Time Band