6.6.2020: Toscana, 5 nuovi casi, 5 decessi, 129 guarigioni. Clicca per vedere in quali province.

5 nuovi casi:

  • 4 Firenze
  • 1 Prato

4 nuovi decessi:

  • 2 a Massa Carrara
  • 2 Livorno
  • 1 a Lucca

In Toscana sono 10.134 i casi di positività al Coronavirus, 5 in più rispetto a ieri. I nuovi casi sono lo 0,05% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono del 0,9% e raggiungono quota 8.281 (81,7% dei casi totali). I test eseguiti hanno raggiunto quota 269.298, 2.790 in più rispetto a ieri, quelli analizzati oggi sono 2.260. Gli attualmente positivi sono oggi 785, -8,4% rispetto a ieri. Si registrano 5 nuovi decessi: 3 uomini e 2 donne, con un’età media di 74 anni.
Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione civile nazionale – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri, ricordando che si riferiscono non alla provincia di residenza ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi. Sono 3.482 i casi complessivi ad oggi a Firenze (4 in più rispetto a ieri), 567 a Prato (1 in più), 677 a Pistoia, 1.050 a Massa-Carrara, 1.364 a Lucca, 896 a Pisa, 557 a Livorno, 677 ad Arezzo, 438 a Siena, 426 a Grosseto.

Sono 5 in più quindi i casi riscontrati oggi nella Asl Centro, 0 nella Nord Ovest, 0 nella Sud Est.
La Toscana si conferma al 10° posto in Italia come numerosità di casi, con circa 272 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 389 x100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Massa-Carrara con 539 casi x100.000 abitanti, Lucca con 352, Firenze con 344, la più bassa Siena con 164.

Complessivamente, 714 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi  (meno 65 rispetto a ieri, meno 8,3%).
Sono 4.397 (meno 431 rispetto a ieri, meno 8,9%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (ASL Centro 1.949, Nord Ovest 2.370, Sud Est 78).

Si riducono ancora le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti COVID che oggi sono complessivamente 71, 7 in meno di ieri (meno 9%) di cui 22 in terapia intensiva (1 in meno rispetto a ieri, meno 4,3%). È il punto più basso dal 9 marzo 2020 per le terapie intensive. È il punto più basso raggiunto dal 7 marzo 2020 per i ricoveri totali.

Le persone complessivamente guarite salgono a 8.281 (più 72 rispetto a ieri, più 0,9%): 820 persone clinicamente guarite (meno 57 rispetto a ieri, meno 6,5%), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 7.461 (più 129 rispetto a ieri, più 1,8%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo.
Si registrano 5 nuovi decessi: 3 uomini e 2 donne, con un’età media di 74 anni.
Relativamente alla provincia di notifica, le persone decedute sono: 2 a Massa-Carrara, 1 a Lucca, 2 a Livorno.
Sono 1.068 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 389 a Firenze, 48 a Prato, 80 a Pistoia, 160 a Massa-Carrara, 136 a Lucca, 87 a Pisa, 61 a Livorno, 46 ad Arezzo, 30 a Siena, 23 a Grosseto, 8 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 28,6 x100.000 residenti contro il 56,0 x100.000 della media italiana (11° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa-Carrara (82,1 x100.000), Firenze (38,5 x100.000) e Lucca (35,1 x100.000), il più basso a Grosseto (10,4 x100.000).

I dati riportati in questo comunicato sono stati elaborati dall’Agenzia regionale di sanità e dall’Unità di crisi Coronavirus

 

 

5.6.2020: Forte crescita dei nuovi casi rispetto a ieri in Lombardia + 480%

In Lombardia dagli 84 nuovi casi di ieri si è passati ai 402 nuovi contagiati rilevati oggi, dato che è legato al netto aumento dei tamponi (oggi ne sono stati fatti 20mila contro i 3mila di ieri) ma che evidenzia una cosa: il virus circola e quindi il dato dei contagi lombardi si abbassa solo se si fanno pochi test, come successo ieri.

Sono 518 tamponi positivi rilevati oggi in tutta Italia. il 77,6% del totale in Lombardia.

Tra le altre regioni più colpite dal coronavirus, l’incremento di casi è di 49 casi in Piemonte, 17 in Emilia Romagna e 14 in Liguria.

Nelle altre 16 regioni i casi non arrivano a dieci:

  • 9 nel Lazio,
  • 7 in Toscana,
  • 6 in Veneto,
  • 4 in Puglia,
  • 2 in Sardegna, Abruzzo e Marche,
  • 1 in Sicilia, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige;
  • 0 in Campania, Umbria, Valle d’Aosta, Molise e Basilicata.

5.6.2020: Toscana, 7 nuovi casi, 4 decessi, 120 guarigioni. Clicca per vedere in quali province.

7 nuovi casi:

  • 5 Firenze
  • 1 Prato
  • 1 Massa Carrara

4 nuovi decessi:

  • 1 a Firenze
  • 2 a Massa Carrara
  • 1 a Pisa

Sono 10.129 i casi di positività al Coronavirus in Toscana, 7 in più rispetto a ieri. I nuovi casi sono lo 0,07% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono del 0,4% e raggiungono quota 8.209 (l’81% dei casi totali). I test eseguiti hanno raggiunto quota 266.508, 3.746 in più rispetto a ieri, quelli analizzati oggi sono 4.548. Gli attualmente positivi sono oggi 857, -2,9% rispetto a ieri. Si registrano 4 nuovi decessi: 1 uomo e 3 donne, con un’età media di 85 anni.

Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri; questi si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi. Sono 3.478 i casi complessivi ad oggi a Firenze (5 in più rispetto a ieri), 566 a Prato (1 in più), 677 a Pistoia, 1.050 a Massa Carrara (1 in più), 1.364 a Lucca, 896 a Pisa, 557 a Livorno, 677 ad Arezzo, 438 a Siena, 426 a Grosseto. Sono 6 in più quindi i casi riscontrati oggi nell’Asl centro, 1 nella nord ovest, 0 nella sud est.

La Toscana si conferma al 10° posto in Italia come numerosità di casi, con circa 272 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 388 x 100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Massa Carrara con 539 casi x 100.000 abitanti, Lucca con 352, Firenze con 344, la più bassa Siena con 164.

Complessivamente, 779 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi  (meno 15 rispetto a ieri, meno 1,9%).

Sono 4.828 (meno 480 rispetto a ieri, meno 9%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (Asl Centro 2.092, nord ovest 2.619, sud est 117).

Si riducono ancora le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid che oggi sono complessivamente 78, 11 in meno di ieri (meno 12,4%), di cui 23 in terapia intensiva (1 in meno rispetto a ieri, meno 4,2%). È il punto più basso dal 9 marzo 2020 per le terapie intensive. È il punto più basso raggiunto dal 7 marzo 2020 per i ricoveri totali.

Le persone complessivamente guarite salgono a 8.209 (più 29 rispetto a ieri, più 0,4%): 877 persone “clinicamente guarite” (meno 100 rispetto a ieri, meno 10,2%), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 7.332 (più 129 rispetto a ieri, più 1,8%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo.

Si registrano 4 nuovi decessi: 1 uomo e 3 donne, con un’età media di 85 anni.
Relativamente alla provincia di notifica, le persone decedute sono: 1 a Firenze, 2 a Massa Carrara, 1 a Pisa. Sono 1.063 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 389 a Firenze, 48 a Prato, 80 a Pistoia, 158 a Massa Carrara, 135 a Lucca, 87 a Pisa, 59 a Livorno, 46 ad Arezzo, 30 a Siena, 23 a Grosseto, 8 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 28,5 x 100.000 residenti contro il 55,8 x 100.000 della media italiana (11° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (81,1 x 100.000), Firenze (38,5 x 100.000) e Lucca (34,8 x 100.000), il più basso a Grosseto (10,4 x 100.000).

I dati riportati in questo comunicato sono stati elaborati dall’Agenzia regionale di sanità e dall’Unità di crisi Coronavirus

 

5.4.2020: Vitivinicoltura, ecco le tre novità a sostegno delle imprese nel post pandemia

Sono tre le novità introdotte a sostegno delle imprese del settore vitivinicolo in questa fase di emergenza causata dal Coronavirus.

In particolare la Regione Toscana ha preso atto delle eccezionali difficoltà che si trovano ad affrontare i viticoltori e ha colto tempestivamente tutte le opportunità offerte dalla riforma delle norme attuata in occasione della pandemia, sia a livello europeo che nazionale*, per evitare che le autorizzazioni al reimpianto e per nuovi impianti vengano perdute, ma anche per scongiurare il rischio di dovere realizzare l’impianto in condizioni non ottimali.

Ecco il dettaglio delle nuove misure.

  • La durata di tutte le autorizzazioni al reimpianto e per nuovo impianto, scadute o in scadenza nel corso dell’anno 2020, è stata prorogata di un anno (12 mesi): dato che tali autorizzazioni sono contenute nel Registro delle autorizzazioni istituito presso ARTEA, quest’ultima, lo scorso 28 maggio, ha effettuato d’ufficio l’operazione di aggiornamento della loro validità.
  • I produttori in possesso di autorizzazioni per nuovo impianto che scadono nel 2020 e che non intendono realizzare l’impianto, non sono passibili delle sanzioni di cui all’articolo 69, comma 3 della Legge n. 238/2016 (Testo Unico Vino), a condizione che ne diano comunicazione alle autorità competenti entro il 31 dicembre 2020. A tal fine, i conduttori interessati devono comunicare entro tale data al Ministero e alla Regione la volontà di rinunciare alle autorizzazioni loro assegnate, tramite PEC da inviare ai seguenti indirizzi: pocoi7@pec.politicheagricole.gov.it e regionetoscana@postacert.toscana.it (con l’indicazione dell’Ufficio Territoriale di competenza cui è indirizzata la comunicazione).
  • È possibile applicare la proroga di un anno anche agli obblighi di estirpazione a fronte di reimpianto anticipato, in scadenza nel corso del 2020, qualora non sia stato possibile procedere alla estirpazione a causa della pandemia. Per beneficiare di tale proroga, i viticoltori dovranno fare una richiesta esplicita, debitamente motivata, tramite PEC da inviare all’Ufficio territoriale di competenza.

*Regolamento di esecuzione (UE) n. 2020/601 della Commissione del 30 aprile 2020, applicato a livello nazionale con il Decreto Ministeriale n. 5779 del 22 maggio 2020 e con la circolare di AGEA Coordinamento n, 36399 del 28 maggio 2020.

Saldi estivi al via il 1 agosto. Consentite le vendite promozionali anche a luglio

Saldi di fine stagione estiva 2020 al via il primo agosto, per una durata di 30 giorni, e sospensione del divieto di vendite promozionali nei 30 giorni antecedenti. Lo stabilisce una delibera approvata nella giunta regionale toscana sulla base di quanto condiviso in sede di Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e dopo consultazioni con le categorie dei commercianti che hanno chiesto in modo unitario di indicare tale data.

Non era mai successo prima di avviare i saldi ad agosto – spiega l’assessore alle attività produttive e commercio Stefano Ciuoffo – ma, a causa della chiusura forzata per l’emergenza Covid 19, la Conferenza delle Regioni, nella riunione dello scorso 7 maggio, ha deciso di posticipare la data di inizio proprio per la straordinarietà della situazione che abbiamo vissuto. Il presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini, con una nota dell’8 maggio inviata a tutte le Regioni, ha raccomandato di dare seguito a tale decisione, per una omogenea applicazione su tutto il territorio nazionale, e la Toscana si è adeguata dopo aver sentito le categorie del commercio locali. Contestualmente, preso atto dell’eccezionalità del 2020, abbiamo sospeso il divieto delle vendite promozionali nei 30 giorni antecedenti l’inizio dei saldi. Vendite che quindi potranno continuare anche a luglio, tenendo così conto sia delle esigenze dei commercianti che di quelle della clientela”.

5.6.2020: Mascherine gratuite, al via la distribuzione in edicola. Dove trovarle nel comune di Scansano e nella provincia di Grosseto

Saranno un milione al giorno le mascherine gratuite che arriveranno da venerdì 5 giugno, nelle 1.200 edicole toscane che hanno aderito all’iniziativa messa in piedi dalla Regione grazie ad un accordo con distributori e giornalai. Insieme all’acquisto di quotidiani e agli altri servizi, i cittadini toscani, previa presentazione della tessera sanitaria, potranno ritirare dal giornalaio due pacchi da cinque mascherine, la dotazione messa a disposizione dalla Regione fino al 15 giugno.

La tessera sanitaria di ciascun cittadino residente in Toscana e sopra i 6 anni è già stata caricata con la ricetta elettronica ad opera del Sistema sanitario regionale, mentre tutte le edicole aderenti sono state dotate di appositi lettori tramite smartphone, tablet o pc. Le mascherine arriveranno ogni giorno alle edicole attraverso i distributori di giornali e saranno consegnate nella notte seguendo gli stessi canali dei quotidiani.

La distribuzione della prima tranche sarà effettuata fino al 15 giugno. A partire da quella data sarà possibile acquisire il resto della dotazione del mese di giugno che, in totale, ammonterà a 25 milioni di dispositivi.

Grazie a questo nuovo accordo prosegue la sforzo della Regione – commenta il presidente della Regione Enrico Rossi – che, unica nel panorama nazionale, ha consentito a tutti di accedere gratis a questo importante strumento di prevenzione del contagio. Un investimento in salute ma anche un costo in meno per il sistema sanitario grazie a un intervento come questo, che permette di preservare la risorsa ospedale. Le mascherine arriveranno tutti i giorni attraverso i distributori. La consegna sarà capillare perché più della metà delle edicole ha già aderito al progetto. Non c’è quindi bisogno di affrettarsi ed è bene evitare di formare assembramenti e code“.

Le mascherine distribuite fino ad oggi in farmacie, grande distribuzione e direttamente dai Comuni sono 55 milioni (43 milioni dalle farmacie, 8 milioni dai Comuni e 4 milioni dalla grande distribuzione). Data la grande mole di dispositivi in circolazione, sarà importante anche usare la massima cautela nel loro smaltimento. “Non disperdiamole nell’ambiente – avverte Rossi – ricordiamo a tutti che il modo corretto di disfarsi delle mascherine è nei rifiuti non differenziabili“.

A seguire l’elenco provvisorio delle edicole aderenti (Provincia di Grosseto),  diffuso dalla Regione Toscana il 4.6.2020:

  • Scansano.
    • Bartolini Laura (Murci);
    • Margiacchi Antonella (via XX Settembre 10).
  • Capalbio.
    • Simonelli Ilaria (Capalbio Scalo, via Umbria);
    • Giovani Elisa, via Puccini.
  • Castiglione della Pescaia.
    • Fioravanti Angelo, via Ansedonia;
    • Notizie Fresche di Fabbri Marco & c. (località Paduline).
  • Cinigiano.
    • Giannotti Mirco (Sasso d’Ombrone/Campagnatico);
    • Petricci Marica, via Italia 2.
  • Civitella Marittima.
    • Savelli Mauro, piazza Mazzini.
  • Follonica.
    • Edicola Serio di Angelo Serio, via Caduti sul Lavoro;
    • Asti Antonella, via Ugo Bassi;
    • Muratori Roberto, piazza XXIV Maggio;
    • Edicola cartolibreria Agrò Manola, via delle Collacchie 21;
    • Santini Giorgio, via della Pace 11.
  • Gavorrano.
    • Caiolino Maurizio;
    • Ruggiero Emilia Vanessa (Filare);
    • Beltrami Meri (Caldana).
  • Grosseto.
    • Pasqui Lilia, viale Matteotti 27;
    • Mole65 snc, via Gramsci 1;
    • Ossigeno Massimo, piazza De Maria 36;
    • La Vasca di Galgani Gianluca, piazza Rosselli;
    • Il Semaforo Sas di Bianchini, viale Giusti 49;
    • Scuffiotti Michele, via Roma;
    • Catia di Pisello, via Bulgaria;
    • Priori Barbara, piazza Volturno;
    • La Pace, di Roberto e Marco Cicaloni, via della Pace;
    • Dominici Michelangelo, via Einaudi;
    • Giovannetti Francesco, via Monterosa 45;
    • L’edicola di Angela e Ricky, via Mascagni;
    • Frescucci Massimo, via Senese 161;
    • Tenti Luca, viale Uranio 42;
    • Rampon Aurora, via del Tiro a segno;
    • Bernazzi Monica, piazza Barsanti;
    • Paolotti Piero, via Svizzera;
    • Ignarra Giusy, via Scansanese 487;
    • Rossi Lorena (Marina, via Grossetana 20);
    • Sozzi Alessandro (Istia d’Ombrone);
    • De Luca Luigi (Roselle, piazza Giovanni Paolo II);
    • Il Calamaio di Nocciolini Francesca (Braccagni, via Garibaldini 35).
  • Isola del Giglio.
    • Azzurra di Baffigi R. & c. , via Umberto.
  • Magliano in Toscana.
    • Rotelli Riccardo, via Garibaldi 44;
    • Lazzari Ario, via Garibaldi 14.
  • Manciano.
    • la. ga. di Viola Gaetana & c (Marsiliana).
  • Massa Marittima.
    • Il Grillo sas di Piccini Gabriele & c. , via Martiri della Niccioleta;
    • Bargelli (località Schiantapetto 1);
    • Lombardi Moira (Valpiana, via Fonderia).
  • Orbetello.
    • Casati Diego, via Cecioni, Orbetello Scalo;
    • Pacini Luana, piazza Cortesini;
    • Tonnicchi Roberto, piazza Eroe dei Due Mondi, Orbetello Scalo;
    • Miralli Roberto, via Donatori del Sangue;
    • Edicola Pop di Porcari Luca (Albinia);
    • Gli Strilloni (Albinia, piazza delle Regioni);
    • Novembri Tatiana (Fonteblanda).
  • Pitigliano.
    • Ciacci Paola, via Bolognini.
  • Porto Ercole.
    • De Dominicis Cristina, via Italia 23;
    • Massimi, viale Caravaggio 79 / 83;
    • Edicola Veneziano Angelo, via Campagnatico.
  • Porto Santo Stefano.
    • Massimi Massimiliano, Corso Umberto I;
    • Terramoccia Anna, via Panoramica 263;
    • Amaddii Massimo, piazza Facchinetti.
  • Roccalbegna.
    • Bellucci Angela, piazza IV Novembre.
  • Roccastrada.
    • Armini Paola e Martina (Largo Garibaldi);
    • Bar La Combriccola, via Battisti 12;
    • Azio Ferrari di Parrini Rossano (Roccatederighi, via Roma);
    • Foglie di Carta (Sassofortino, via Garibaldi 44).
  • Santa Fiora.
    • Dondolini Mariella (Selva).
  • Scarlino.
    • Non solo giornali sas (Puntone);
    • Non solo carta (Scarlino Scalo).
  • Semproniano.
    • Minimarket Demiccola Giuseppe (Catabbio).
  • Sorano.
    • Donatelli Patrizia, via Petrarca;
    • Bar Sport (San Quirico).