Doppio incontro a Scansano per il Vicepresidente del Parlamento Europeo, Fabio Massimo Castaldo

Domenica 19 settembre, a Scansano, il Vicepresidente del Parlamento Europeo, Fabio Massimo Castaldo, nella sua tappa scansanese ha avuto un incontro col Consorzio di Tutela del Morellino di Scansano, nella persona di Rossano Teglielli, Consigliere di amministrazione del Consorzio, in rappresentanza del Presidente.

Nell’incontro, il rappresentante del Consorzio ha avuto modo di far conoscere al Vicepresidente europeo le caratteristiche del settore vitivinicolo della DOCG del Morellino di Scansano, le sue caratteristiche specifiche produttive e di mercato. Nello scambio di idee con l’on. Castaldo, ci si è concentrati sulle competenze in merito al settore della UE

con particolare attenzione  alla tematiche della contraffazione ed alla necessità di attenzione da porre per difendere la produzione nazionale, come –nell’esempio fatto dal Vice presidente del Parlamento UE- della questione della richiesta della denominazione Prošek che mette a rischio quella della italianissimo Prosecco.

Trattati anche gli aspetti relativi agli impatti del cambiamento climatico, della scarsa piovosità ormai strutturale e della necessità di intervenire con soluzioni immediate, quindi oltre ai grandi Progetti che inevitabilmente hanno tempi di messa in opera lunghi, è necessario favorire, con piani di finanziamenti ad hoc, invasi aziendali o interaziendali come si è posta l’attenzione per la ricerca di soluzioni ai gravi danni che arrecano gli ungulati alle colture; danni oggi non più sostenibili dalle aziende.

A seguire, il Vicepresidente del Parlamento Europeo, Fabio Massimo Castaldo (eletto nelle liste del M5S), ha incontrato la Candidata a Sindaco e i componenti della Lista Civica “Scansano Ora – Maria Bice Ginesi Sindaco”: in questo caso si sono affrontate le principali problematiche del settore agricolo allargato del territorio di Scansano e di media collina maremmana: il contrasto a ungulati e predatori, le strategie europee per le aree svantaggiate e periferiche, al necessità di avere una “vision” nella quale i piccoli Comuni non siano considerati “periferie delle grandi aree urbane” ma vengano valorizzati per la loro soggettività culturale, aggregativa e sociale.

L’on. Castaldo ha sottolineato come il Piano di Ripresa Europeo (“Next Generation UE”) preveda finanziamenti per l’agricoltura sostenibile e di come la destinazione dei fondi sia di competenza dei singoli Governi nazionali.

In questo quadro, Ginesi e Castaldo hanno concordato di lavorare insieme per organizzare un tavolo col Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, la Regione Toscana e gli operatori del Territorio scansanese sui temi discussi nell’incontro di oggi. L’obiettivo è di fare il primo incontro preceduto da un documento che indirizzi le tematiche da discutere nel tavolo istituzionale.

La scuola riapre ma a Baccinello i bambini della materna non possono andarci

Baccinello com’era

Il 15 settembre riaprono le scuole ma non per i bambini di Baccinello che frequentano la scuola materna di Campagnatico. Per l’anno scolastico 2021-2022 non è stato previsti il servizio di trasporto scolastico che negli ultimi anni era stato effettuato dal comune di Campagnatico con una convenzione sottoscritta col comune di Scansano.

Solo pochi giorni fa, il 9 settembre, il Sindaco di Campagnatico rispondeva ai cittadini di Baccinello che avevano fatto domanda per il trasporto scolastico per le scuole materne, primarie e secondarie, cittadini fino a quel momento completamente all’oscuro delle dispute tra i 2 Comuni. La risposta di Campagnatico è stata lapidaria “siccome il comune di Scansano non ha ritenuto di rinnovare la convenzione non possiamo fare il servizio per voi, rivolgetevi al vostro Comune”.

Il giorno dopo, ai genitori preoccupati arriva una comunicazione del comune di Scansano nella quale si dice che “il servizio di trasporto per le scuole primarie e secondarie verrà svolto direttamente dal Comune di Scansano che sta facendo la aggiudicazione a ditta esterna. Il Servizio sarà attivo dal 15 settembre”.

Quindi, bene (speriamo) per le scuole primarie e secondarie, ma i bambini della materna? Abbiamo sentito il comune di Scansano che ci ha confermato la cosa: “non possiamo fare il trasporto scolastico per i bambini di Baccinello che vanno alla materna”. Sentito il comune di Campagnatico (sede della scuola materna in questione), arriva una nuova conferma: “in assenza di convenzione con Scansano non possiamo trasportare quei bimbi per motivi assicurativi

Come genitori dei bambini in questione riteniamo davvero assurdo questo rimpallo di responsabilità tra i 2 Comuni, come persone che hanno deciso di vivere in questa stupenda parte del Territorio non possiamo accettare che un servizio sociale così importante venga annullato in poche ore, senza preavviso. Siamo persone che lavorano, molte di noi a Grosseto, non  possiamo accettare che il taglio dei servizi sociali vada a colpire in questo modo la speranza di futuro delle piccole frazioni, si vuole che siano sempre più abbandonate creando difficoltà a chi lavora obbligandole a trasferirsi in città?

Siamo in campagna elettorale ma la vita e la scuola non possono fermarsi, sarebbe davvero triste dover pensare che la rottura della Convenzione tra Scansano e Campagnatico sia frutto della contrapposizione, anche personale, tra i Sindaci di Scansano e di Campagnatico che sostengono liste di centrodestra concorrenti  tra di loro a Scansano.

Sulla pelle della scuola, sui bambini, su chi lavora, sul futuro delle frazioni non si può giocare politicamente.

I Genitori dei bambini di Baccinello iscritti alla scuola materna di Campagnatico.

DOCG “MORELLINO DI SCANSANO” – DELIBERA DI GIUNTA REGIONALE N. 872 del 30/08/2021 – AMPLIAMENTO TEMPORANEO (solo 2021) della superficie rivendicabile

La Regione Toscana  ha accolto la proposta del Consorzio di Tutela Morellino di Scansano DOCG, ossia di ampliare temporaneamente, nella misura massima del 15 per cento, la superficie rivendicabile di cui ciascuna impresa dispone alla data di presentazione della dichiarazione di raccolta delle uve con effetto limitato alla vendemmia 2021.
Tale proposta, è stata avanzata a seguito dell’andamento climatico verificatosi nel comprensorio della denominazione Morellino di Scansano, nella prima decade di aprile 2021, caratterizzato da gelate tardive con punte anche di meno 5 gradi centigradi, gelate che hanno colpito le viti nei primi stadi di germogliamento, con conseguenti danni alla vegetazione che, sulla  base delle stime  effettuate dal consorzio, determineranno una riduzione dell’uva prodotta intorno al 20 per cento.

Inoltre le annate 2017, 2018 e 2020, sono state caratterizzate da una ridotta produzione di uva e di vino rispetto al potenziale della denominazione, e pertanto le imprese non dispongono di adeguati quantitativi  di vino in  giacenza, tali da compensare la ridotta produzione di quest’anno.

Tutti i nomi della Lista Civica Scansano Ora – Maria Bice Ginesi Sindaco

Comunicato della Lista Civica Scansano Ora – Maria Bice Ginesi Sindaco.

La Lista Civica Scansano Ora – Maria Bice Ginesi Sindaco presenta le candidate e i candidati al Consiglio comunale.

12 persone che vivono In tutti i Centri abitati del Comune, nessuno escluso.

12 persone legate ai loro Territori per interessi, affetti, amore per i luoghi in cui vivono.

12 persone attive nel volontariato, nelle Proloco, nelle attività di valorizzazione, nella cultura, nel lavoro agricolo, artigianale, enogastronomico, professionale.

SCANSANO ORA, PER RIPARTIRE INSIEME!

  • Simone ANTONI, Montorgiali, 38 anni, Tecnico settore infissi
  • Matteo CERIOLA; Scansano, 44 anni, Amministratore condominiale
  • Leonardo DI MARTE, Preselle, 35 anni, Artigiano elettricista
  • Anna DOTTORI, Pancole, 47 anni, Imprenditrice agricola e guida turistica
  • Alessandro FULDA, Murci, 49 anni, Imprenditore agricolo e edile
  • Letizia MARGIACCHI, Scansano, 41 anni, Responsabile Wine Shop e Sommelier
  • Fabio MECAROZZI, Pomonte, 55 anni, Agricoltore ed Allevatore
  • Pasquale QUITADAMO, Baccinello, 70 anni, Pensionato e Imprenditore agricolo
  • Sheila POLI, Pomonte, 45 anni, Imprenditrice agricola
  • Severino SEGGIANI; Pancole, 71 anni, Meccanico autoriparatore
  • Irene TERZAROLI, Poggioferro, 35 anni, Impiegata agricola in azienda vitivinicola
  • Luca TOTTI, Polveraia, 58 anni, Geologo

26.8.2021: Congresso Auser Scansano, eletto il nuovo direttivo. Le foto.

Nella splendida cornice del Teatro Castagnoli, si è tenuta il 26 agosto 2021 l’Assemblea congressuale dell’Auser Scansano ODV.

L’Auser di Scansano, con i suoi 587 soci alla data, è la principale associazione del territorio scansanese e una delle realtà più attive nel mondo del volontariato civile e sociale.

Il congresso ha visto la partecipazione di Franco Miglianti, membro della Presidenza territoriale, e di Renato Campinoti, vicepresidente Auser Toscana.

L’assemblea congressuale si è svolta sotto la presidenza di Pasquale Quitadamo, eletto dall’assemblea, ed ha votato all’unanimità gli 11 componente del nuovo Comitato Direttivo per il quadriennio 2021-2025.

Sono stati eletti nel direttivo:
Lucia Bernardini
– Roberto Biagi
– Maurizio De Francesco
– Paolo Fedeli
– Serena Macchi
– Pierlorenzo Margiacchi
– Gabriella Meattini
– Carlo Pellegrini
– Giuliano Sgherri
– Antonella Tenerini
– Rachele Tenerini

Su proposta della Auser territoriale, la Assemblea ha quindi eletto Carlo Pellegrini, Presidente per i prossimi 4 anni.

24.8.2021: Presentazione del ritratto di Aldo Busatti del M.o Dino Petri. Le foto.

Presso la sala “Don Mario”, di è svolta la presentazione del ritratto di Aldo Busatti del M.o Dino Petri che lo stesso dona al Comune di Scansano nel centenario della nascita del rimpianto Professore, considerando come allo stesso Busatti è dedicata la Biblioteca.

La presentazione ha visto un ricordo di Aldo Busatti da parte della prof.ssa Luzzetti e della giornalista Lina Senserini che conobbe il prof. Busatti quando era Preside del suo Liceo.

La presentazione ha visto la presenza di un folto numero di cittadini scansanesi, tra i quali l’assessore Enrico Riva, Maria Bice Ginesi (Candidata Sindaco) e Pasquale Quitadamo (Consigliere comunale).

Di seguito alcune foto della presentazione e alcuni scorci del Dentro di Scansano con opere del m.o Dino Petri dedicate agli antichi mestieri a Scansano.

Centenario della nascita di Aldo Busatti: Omaggio del Pittore Dino Petri alla Biblioteca di Scansano

Si terrà domani pomeriggio, 24 agosto, a Scansano, l’incontro dedicato a Aldo Busatti, nel centenario della nascita.
Busatti, a cui è dedicata la Biblioteca comunale, è stato un illustre critico letterario, grande dantista, eccelso docente, premiato con medaglia d’oro dal Ministero della Pubblica Istruzione.
A parlarne, domani, estimatori e colleghi. Nell’occasione il pittore Dino Petri donerà un ritratto di Busatti all’Amministrazione scansanese.
L’appuntamento è alle 18, in piazza Francesco Ferrucci (piazza del Belvedere).

La ProLoco di Scansano risponde agli attacchi del Sindaco uscente.

Riportiamo la risposta della ProLoco di Scansano alla nota diffusa a mezzo stampa dal Sindaco uscente di Scansano, Marchi, in cui -mostrando la usuale insofferenza ad alcuna critica- veniva apostrofata la ProLoco con accuse di politicizzazione. Comprendiamo come la politicizzazione sia una cosa che sta improntando la fine di questa Amministrazione in cui tutte le azioni sono rivolte al tentativo di rielezione ma serietà istituzionale vorrebbe che si tenessero separati i due piani.

“Le argomentazioni con cui il nostro Sindaco Marchi replica alle perplessità espresse in merito a spese specifiche su temi a noi noti ci impongono alcune precisazioni.

La Proloco Scansano lavora e cerca di farlo al meglio, con le proprie energie e quelle dei soci che vogliono mettere a disposizione della comunità il proprio tempo per il bene comune, non abbiamo mai preso parte a manifestazioni politiche né espresso giudizi politici, proprio perchè l’obiettivo è altro, trasversale, il bene di Scansano.

Sorprende, ma non troppo perché si è ripetuto nel tempo, che la nostra richiesta di chiarimento sia stata subito banalizzata definendola strumentale e politicizzata.
Ci dispiace quindi infinitamente che l’argomento sia stato spostato sul piano politico, perchè non è il nostro scopo.
Se poi lei ed i suoi futuri candidati, volete strumentalizzare questa o altre vicende in vista della prossima campagna elettorale, ne prendiamo atto e ci facciamo immediatamente da parte, evitando inoltre di rispondere a battute sterili già riportate da qualcuno sui social network.
La nostra è da sempre e deve rimanere un’associazione apolitica ed apartitica, se avessimo voluto fare attacchi sul piano politico, avremmo toccato ben altri argomenti ed in altre sedi, ma non è il nostro obbiettivo ne nostro interesse.

Non abbiamo dubbi sul fatto che non ci sia niente da nascondere, ma preme ricordare che la nostra è già una manifestazione di ottimo livello, forse non siamo riusciti a trasmetterlo all’Amministrazione o forse quest’ultima ne ha sottostimato l’importanza mostrando negli anni un certo disinteresse.
La nostra rassegna, ci permetta, niente ha da invidiare ad eventi simili dei comuni limitrofi. Certo tutto è migliorabile, ma dispiace sentirsi nuovamente sminuiti con paragoni denigranti ed inappropriati, che non ci saremmo aspettati dal Sindaco del nostro territorio.

Abbiamo sempre pensato che una manifestazione enologica che si rispetti non è il semplice mescere vino a migliaia di persone che frequentano per altri motivi il nostro paese ad Agosto, ma il saper raggiungere le persone realmente interessate, attrarle a Scansano in periodi di scarso afflusso turistico e saper presentare loro i nostri prodotti. Abbiamo sempre organizzato quindi la rassegna nel mese di Settembre, così da prolungare la stagione turistica del nostro territorio, per avere il mese del vino dalla nostra, con temperature miti ed adatte ad apprezzare al meglio il nostro Morellino di Scansano.
A differenza di quanto lei erroneamente sostiene, a noi interessa crescere, ma riteniamo che la qualità e l’importanza di una manifestazione enologica non sia da valutarsi esclusivamente mediante la conta del numero di calici venduti. A nostro parere i numeri che lei ci indica lasciano il tempo che trovano, in quanto il nostro obiettivo è sempre stato quello di trovare il giusto equilibrio tra una rassegna di qualità ed una sostenibilità della stessa senza gravare sulle tasche dei visitatori.
Non è il nostro obiettivo quello di far affluire migliaia di persone assetate ed assiepate per le nostre vie senza poter dare un giusto valore al prodotto ed al consumatore.
Vorremmo inoltre farle notare che, come specificato in delibera, la vostra manifestazione aveva comunque in previsione la vendita di 600 calici in 3 giorni, inferiori persino a quelli delle ultime edizioni della nostra, quindi numeri non rivoluzionari se non che nel costo del calice fissato in 20 euro. Considerando inoltre le vostre previsioni di incasso (sempre da delibera) di circa 12.000 euro a fronte dei 20.000 spesi, non ci sembra un recupero quasi completo dell’investimento come da lei affermato.

Onestamente ci sarebbe piaciuto che l’amministrazione avesse coinvolto, come in altre occasioni, le realtà paesane come la nostra nella stesura e nella programmazione di un cartellone delle festività estive e autunnali, dalle quali avrebbe potuto raccogliere spunti e suggerimenti, perché onestamente ci dispiace e ci mortifica questo approccio esterofilo che viene messo in atto quando si tratta di proporre iniziative o eventi, senza considerare una risorsa quanto già presente sul territorio, quasi a dovere e volere accusare un’incapacità ed un pressappochismo di chi da sempre il paese lo vive e lo anima con risultati soddisfacenti.

L’affidarsi ai tecnici e agli esperti del settore è una sacrosanta regola che in ciascun contesto merita di essere osservata, il farlo in accordo ed in collaborazione con le associazioni del paese sarebbe stato nobile ed un chiaro segnale di voler potenziare e far crescere un qualcosa di esistente, mentre il doverlo apprendere da una delibera è semplicemente una dimostrazione di disinteresse che non ci meritavamo e che non ci meritiamo.

Giusto comunque puntare in alto a vantaggio di tutto Scansano e siamo da sempre i primi a volerlo fare, ma partendo dal valorizzare quello che negli anni è stato fatto di buono. Serve farlo e continueremo a farlo, sperando di trovare un approccio differente da parte dell’amministrazione, con minor scetticismo verso alcune associazioni e senza la strumentalizzazione politica che probabilmente questo ultimo semestre di fervore preelettorale ha acuito.
Siamo i primi a volere il meglio per il nostro territorio e restiamo in curiosa attesa di recepire consigli utili dal lavoro svolto dalla società incaricata, affinché le cifre che ci risultano già spese, possano aiutarci a migliorare, se non in questo periodo di pandemia, almeno nelle prossime occasioni utili.”

10.8.2021: alle 18.30 inaugurazione della personale del M.o Dino Petri

Galleria Il Dentro, via Vittorio Emanuele II, martedì 10 agosto alle ore 18.30 verrà inaugurata la mostra di opere di Dino Petri a Scansano, sui paese d’origine.

Il paesaggio scansanese e maremmano, le querce, gli olivi, i vigneti, temi prediletti da Petri, saranno i protagonisti della mostra, rappresentati attraverso i linguaggi artistici che l’artista predilige: la pittura ad olio, l’acquerello, il disegno e l’incisione ad acquaforte, tecnica coltivata in tanti anni di attività.

Una selezione inedita di opere, un racconto di percorsi artistici originali, sempre legati al figurativo ma diversi per ogni linguaggio e tecnica.

La mostra ha una appendice diffusa nel centro storico di Scansano: Petri ha collocato quattro grandi pannelli che illustrano le attività tradizionali che in quei luoghi si svolgevano, rievocando la vita che caratterizzava il paese: la lavorazione della ginestra, la costruzione delle botti, il forno a legna, la raccolta della spazzatura, con il ciuco che conosceva a memoria il percorso.

La mostra è allestita nella Galleria “Il Dentro” in via Vittorio Emanuele II.

Lettera aperta al Sindaco Marchi della Pro Loco di Scansano

La Pro Loco di Scansano ha inviato una Lettera Aperta al Sindaco pubblicandola sulla pagina FaceBook della ProLoco.

Riteniamo che la Lettera ponga questioni di grande importanza e che sia meritevole di diffusione e pubblicazione.

Di seguito il testo completo:

Egr. Sindaco,
apprendiamo con stupore che l’amministrazione, nel mese di Giugno, ha affidato ad una società esterna l’incarico di valutare la fattibilità di un evento enoturistico, impegnando e di fatto sostenendo la spesa della considerevole somma di € 3.904,00
.

Ancor più sorprendente è la cifra di € 16.388,26 stanziata nel mese di Luglio, per affidare alla stessa società, l’organizzazione di una manifestazione da svolgersi nel mese di Agosto, evento poi annullato per difficoltà organizzative e per la tutela della salute pubblica con il protrarsi dell’emergenza sanitaria.

Certamente dopo il periodo complicato che abbiamo vissuto, ogni evento che ci possa riportare ad un’apparente normalità sarebbe accolto da tutti con estremo entusiasmo.

Cosa c’è poi di meglio per la promozione del territorio di Scansano, se non puntare sulle nostre eccellenze enologiche e gastronomiche che ci rendono famosi nel mondo?Infatti l’evento in oggetto, sembrava basarsi principalmente sulla degustazione di Morellino di Scansano e prodotti tipici locali, con la classica formula della vendita del calice celebrativo in vetro.

Il format di questo tipo di eventi è di fatto ormai ampiamente utilizzato e ben collaudato nei territori a noi limitrofi e soprattutto nel nostro paese.

Come lei sa, la stessa Proloco Scansano ha realizzato per tredici anni consecutivi un evento incentrato sulle degustazioni di Morellino di Scansano, una manifestazione di ampio richiamo, che è cresciuta nel tempo per importanza e qualità.Ci piace infatti ricordarle che tale evento a carattere enologico, è stato citato più volte su riviste specializzate, ha visto la partecipazione di professori, professionisti ed addetti del settore, ospitato convegni a tema, oltre ad aver portato all’istituzione di un concorso Enologico intitolato a Vannuccio Vannuccini, divenendo nel tempo un appuntamento strutturato e di qualità, all’insegna della promozione del nostri prodotti di punta e raggiungendo un buon riscontro di pubblico e apprezzamenti tra produttori, visitatori e operatori del settore enologico.

Ci preme precisare, anche se superfluo, che il nostro evento è realizzato con la sola forza del volontariato, con l’aiuto delle altre Associazioni e grazie al supporto gratuito dei Sommeliers che ci hanno supportato.Pertanto realizzato a costi praticamente nulli per le casse Comunali e senza gravare sulla collettività, ma anzi, generando un indotto del quale ha beneficiato il nostro territorio, sia in termini economici che sociali.

In questa lunga fase di ristrettezza economica che ha colpito il nostro Comune, con ripercussioni sui cittadini, attività economiche e le stesse associazioni, la Proloco Scansano ha cercato di lavorare al meglio contando sulle proprie forze, consapevole che un sostegno economico da parte dell’amministrazione comunale fosse da escludere.

Pertanto con estrema sorpresa prendiamo atto che fossero state assegnate così ingenti somme (oltre 20.000,00 euro) ad una società esterna per la promozione dello stesso.

Non le nascondiamo il rammarico per la poca considerazione riservata alla nostra associazione, infatti, se la manifestazione non fosse stata annullata, avremmo dovuto osservare con preoccupazione un evento che, con tali tempistiche e modalità realizzative, avrebbe probabilmente anticipato e di fatto sostituito il nostro consueto evento delle degustazioni.

Ci consoliamo però con la consapevolezza, che in un capitolo del Bilancio di Previsione sono rimaste somme disponibili, alle quali si presume si possa attingere, per far fronte a richieste di contributo economico per la realizzazione di eventuali manifestazioni.

Siamo inoltre interessati a consultare ed analizzare, qualora ce ne sarà data la possibilità, il lavoro di studio retribuito e svolto da professionisti del settore e poter quindi prendere spunto sui metodi di organizzazione e promozione di questo tipo di eventi, così da poter eventualmente migliorare la qualità delle nostre manifestazioni future.

Cordiali Saluti

Pro Loco di Scansano