23.11.2020: In Toscana nelle ultime 24 ore, 1.323 nuovi casi (ieri 1.929), 10.551 tamponi (ieri 17481), 48 decessi (ieri 51). In Maremma 75 nuovi casi (ieri 58).

Sono 1.323 i positivi in più rispetto a ieri (796 identificati in corso di tracciamento e 527 da attività di screening) su un totale complessivo, da inizio epidemia, di 96.028 unità. I nuovi casi sono l’1,4% in più rispetto al totale del giorno precedente. L’età media dei 1.323 casi odierni è di 48 anni circa (il 12% ha meno di 20 anni, il 22% tra 20 e 39 anni, il 36% tra 40 e 59 anni, il 22% tra 60 e 79 anni, il 10% ha 80 anni o più).

I guariti crescono del 4% e raggiungono quota 41.345 (43,1% dei casi totali).

I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.468.342, 10.551 in più rispetto a ieri, di cui il 12,5% positivo.

Sono invece 4.531 i soggetti testati oggi (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 29,2% è risultato positivo.

A questi si aggiungono i 1.182 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 52.419, -0,6% rispetto a ieri. I ricoverati sono 2.128 (45 in più rispetto a ieri), di cui 296 in terapia intensiva (2 in meno).

Oggi si registrano 48 nuovi decessi: 29 uomini e 19 donne con un’età media di 81,5 anni. Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 14 a Firenze, 3 a Prato, 5 a Pistoia, 5 a Massa Carrara, 5 a Lucca, 10 a Pisa, 4 a Livorno, 1 a Siena, 1 residente fuori Toscana.

Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

Si ricorda che a partire dal 24 giugno 2020, il Ministero della Salute ha modificato il sistema di rilevazione dei dati sulla diffusione del Covid-19. I casi positivi non sono più indicati secondo la provincia di notifica bensì in base alla provincia di residenza o domicilio.

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri.

  • Sono 27.068 i casi complessivi ad oggi a Firenze (365 in più rispetto a ieri),
  • 8.441 a Prato (107 in più),
  • 8.280 a Pistoia (128 in più),
  • 6.013 a Massa (75 in più),
  • 9.501 a Lucca (125 in più),
  • 13.164 a Pisa (190 in più),
  • 6.745 a Livorno (104 in più),
  • 8.925 ad Arezzo (117 in più),
  • 3.973 a Siena (37 in più),
  • 3.363 a Grosseto (75 in più).

Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni. Sono 600, quindi, i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro (somma delle province di Firenze, Prato, Pistoia), 494 nella Nord Ovest (Massa Carrara, Lucca, Pisa, Livorno), 229 nella Sud est (Arezzo, Siena, Grosseto).

La Toscana si trova al 7° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 2.575 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 2.334 x100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 3.275 casi x100.000 abitanti, Pisa con 3.141, Massa Carrara con 3.086, la più bassa Siena con 1.487.

Complessivamente, 50.291 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi (350 in meno rispetto a ieri, meno 0,7%). Sono 49.610 (278 in meno rispetto a ieri, meno 0,6%) le persone, anche loro isolate, in sorveglianza attiva, perché hanno avuto contatti con persone contagiate (Asl Centro 17.528, Nord Ovest 21.703, Sud Est 10.379).

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 2.128 (45 in più rispetto a ieri, più 2,2%), 296 in terapia intensiva (2 in meno rispetto a ieri, meno 0,7%).

Le persone complessivamente guarite sono 41.345 (1.580 in più rispetto a ieri, più 4%): 2.613 persone clinicamente guarite (173 in più rispetto a ieri, più 7,1%), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 38.732 (1.407 in più rispetto a ieri, più 3,8%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo.

Sono 2.264 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 831 a Firenze, 140 a Prato, 176 a Pistoia, 267 a Massa Carrara, 227 a Lucca, 240 a Pisa, 141 a Livorno, 116 ad Arezzo, 61 a Siena, 44 a Grosseto, 21 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 60,7 x100.000 residenti contro il 82,5 x100.000 della media italiana (11° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (137,0 x100.000), Firenze (82,2 x100.000) e Pistoia (60,2 x100.000), il più basso a Grosseto (19,9 x100.000).

22.11.2020: In Toscana nelle ultime 24 ore, 1.929 nuovi casi (ieri 1.892), 17.481 tamponi (ieri 18.527), 51 decessi (ieri 44). In Maremma 58 nuovi casi (ieri 100).

In Toscana sono 94.705 i casi di positività al Coronavirus, 1.929 in più rispetto a ieri (1.229 identificati in corso di tracciamento e 700 da attività di screening). I nuovi casi sono il 2,1% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono del 6,1% e raggiungono quota 39.765 (42% dei casi totali).

I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.457.791, 17.481 in più rispetto a ieri, di cui l’11% positivo.

Sono invece 7.590 i soggetti testati oggi (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 25,4% è risultato positivo.

A questi si aggiungono i 2.246 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 52.724, -0,8% rispetto a ieri. I ricoverati sono 2.083 (11 in meno rispetto a ieri), di cui 298 in terapia intensiva (2 in più). Oggi si registrano 51 nuovi decessi: 25 uomini e 26 donne con un’età media di 85,5 anni.

Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

L’età media dei 1.929 casi odierni è di 50 anni circa (il 9% ha meno di 20 anni, il 21% tra 20 e 39 anni, il 35% tra 40 e 59 anni, il 23% tra 60 e 79 anni, il 11% ha 80 anni o più).

Si ricorda che a partire dal 24/06/2020, il Ministero della salute ha modificato il sistema di rilevazione dei dati sulla diffusione del Covid-19. I casi positivi non sono più indicati secondo la provincia di notifica bensì in base alla provincia di residenza o domicilio.

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri.

  • Sono 26.703 i casi complessivi ad oggi a Firenze (611 in più rispetto a ieri),
  • 8.334 a Prato (144 in più),
  • 8.152 a Pistoia (164 in più),
  • 5.938 a Massa- Carrara (119 in più),
  • 9.376 a Lucca (233 in più),
  • 12.974 a Pisa (273 in più),
  • 6.641 a Livorno (115 in più),
  • 8.808 ad Arezzo (152 in più),
  • 3.936 a Siena (60 in più),
  • 3.288 a Grosseto (58 in più).

Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni.

Sono 919 quindi i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro (somma delle province di Firenze, Prato, Pistoia), 740 nella Nord Ovest (Massa-Carrara, Lucca, Pisa, Livorno), 270 nella Sud est (Arezzo, Siena, Grosseto).

La Toscana si trova al 7° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 2.539 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 2.287 per 100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 3.234 casi per 100.000 abitanti, Pisa con 3.096, Massa-Carrara con 3.047, la più bassa Siena con 1.473.
Complessivamente, 50.641 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (405 in meno rispetto a ieri, meno 0,8%).
Sono 49.888 (288 in meno rispetto a ieri, meno 0,6%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (ASL Centro 17.881, Nord Ovest 21.310, Sud Est 10.697).
Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 2.083 (11 in meno rispetto a ieri, meno 0,5%), 298 in terapia intensiva (2 in più rispetto a ieri, più 0,7%).
Le persone complessivamente guarite sono 39.765 (2.294 in più rispetto a ieri, più 6,1%): 2.440 persone clinicamente guarite (156 in più rispetto a ieri, più 6,8%), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 37.325 (2.138 in più rispetto a ieri, più 6,1%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo.

Oggi si registrano 51 nuovi decessi: 25 uomini e 26 donne con un’età media di 85,5 anni.

Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 17 a Firenze, 5 a Prato, 5 a Pistoia, 8 a Massa-Carrara, 8 a Pisa, 2 a Livorno, 3 a Arezzo, 2 a Siena, 1 residente fuori Toscana.

Sono 2.216 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 817 a Firenze, 137 a Prato, 171 a Pistoia, 262 a Massa-Carrara, 222 a Lucca, 230 a Pisa, 137 a Livorno, 116 ad Arezzo, 60 a Siena, 44 a Grosseto, 20 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 59,4 per 100.000 residenti contro il 81,6 per 100.000 della media italiana (11° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa-Carrara (134,4 per 100.000), Firenze (80,8 per 100.000) e Pistoia (58,5 per 100.000), il più basso a Grosseto (19,9 per100.000).

21.11.2020: 3a rottura in poco tempo: Intervento in via straordinaria in notturna per una riparazione urgente e non differibile sulla dorsale Fiora

Anche Baccinello senz’acqua

Inizio: 21/11/2020 ore 21:00 Fine: 22/11/2020 ore 12:00

Tecnici di AdF al lavoro dalle 21 di oggi, sabato 21 novembre, in località Tamantino nel comune di Campagnatico. I lavori in via straordinaria nel corso della notte, così da ridurre al minimo gli eventuali disagi per i cittadini. Attivata l’alimentazione dei serbatoi attraverso risorse idriche locali per mitigare gli eventuali disservizi e un piano di approvvigionamenti alternativi con autobotti in stazionamento dalle 9 di domattina (22 novembre) per Bagno di Gavorrano e Scarlino scalo 

Intervento in via straordinaria in notturna per una riparazione urgente e non differibile sulla dorsale Fiora. I tecnici di AdF saranno al lavoro in via straordinaria nel corso della notte, così da ridurre al minimo gli eventuali disagi per i cittadini: l’intervento, a partire dalle 21 di oggi, sabato 21 novembre, è necessario per riparare la rottura che ha interessato una condotta della dorsale in località Tamantino, nel comune di Campagnatico. I lavori richiederanno la temporanea interruzione del flusso idrico: l’acqua tornerà gradualmente a tutte le utenze, salvo imprevisti, nella giornata di domani, domenica 22 novembre.

AdF ha già messo in campo tutte le azioni necessarie a mitigare il più possibile i disservizi, inclusa l’alimentazione dei serbatoi attraverso risorse idriche locali; ha inoltre attivato un piano di approvvigionamenti alternativi con autobotti in stazionamento per le località Bagno di Gavorrano e Scarlino scalo, che risentiranno per prime della temporanea mancanza di acqua. I mezzi saranno presenti a partire dalle 9 di domattina, 22 novembre, in via Tarantelli, nel parcheggio della piscina comunale, per Bagno di Gavorrano, e in piazza Agresti, presso il parcheggio coop per Scarlino scalo.

Sulla base dei dati storici derivanti dagli interventi effettuati in passato, l’eventuale temporanea sospensione dell’erogazione di acqua potrebbe interessare i comuni di Cinigiano e Campagnatico, per il comune di Civitella Paganico la località Civitella Marittima rurale e per il comune di Grosseto le località Batignano, Braccagni, Montepescali, condotta di distribuzione Bonifica Grossetana e zone limitrofe. Eventuali disservizi potrebbero riguardare per il comune di Gavorrano, oltre a Bagno, le località Filare, La Menga, Pelagone, Bivio di Ravi, Caldana e zona rurale, per il comune di Massa Marittima la zona Cura Nuova, per il comune di Scansano a Baccinello e zone limitrofe. 

La sospensione del flusso idrico interesserà inoltre le utenze rurali collegate direttamente alla dorsale Fiora nei comuni di Castiglione della Pescaia, Campagnatico, Cinigiano, Civitella Paganico, Gavorrano, Scarlino, Follonica, Massa Marittima, Monterotondo Marittimo e Roccastrada.

Potranno inoltre verificarsi occasionali fenomeni di intorbidimento dell’acqua, che a partire dal ripristino del servizio rientreranno progressivamente con il passare del tempo. Si stima che il flusso idrico torni regolare in tutto il territorio interessato, salvo imprevisti, nel corso della giornata di domani, domenica 22 settembre.

Sarà cura del personale AdF verificare la situazione dei serbatoi e attivare un servizio di emergenza qualora l’interruzione del flusso alle utenze dovesse essere superiore alle 24 ore, come previsto dalla Convenzione di Affidamento.

21.11.2020: In Toscana nelle ultime 24 ore, 1.892 nuovi casi (ieri 2.207), 18.527 tamponi (ieri 18.442), 44 decessi (ieri 48). In Maremma 100 nuovi casi (ieri 114).

In Toscana sono 92.776 i casi di positività al Coronavirus, 1.892 in più rispetto a ieri (1.200 identificati in corso di tracciamento e 692 da attività di screening). I nuovi casi sono il 2,1% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono del 7,4% e raggiungono quota 37.471 (40,4% dei casi totali).

I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.440.310, 18.527 in più rispetto a ieri, di cui il 10,2% positivo.

Sono invece 7.766 i soggetti testati oggi (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 24,4% è risultato positivo.

A questi si aggiungono i 4.500 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 53.140, -1,4% rispetto a ieri. I ricoverati sono 2.094 (7 in più rispetto a ieri), di cui 296 in terapia intensiva (1 in più). Si registrano 44 nuovi decessi: 26 uomini e 18 donne con un’età media di 82,2 anni.

Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

L’età media dei 1.892 casi odierni è di 46 anni circa (il 13% ha meno di 20 anni, il 24% tra 20 e 39 anni, il 36% tra 40 e 59 anni, il 20% tra 60 e 79 anni, il 7% ha 80 anni o più).

Si ricorda che a partire dal 24/06/2020, il Ministero della Salute ha modificato il sistema di rilevazione dei dati sulla diffusione del Covid-19. I casi positivi non sono più indicati secondo la provincia di notifica bensì in base alla provincia di residenza o domicilio.

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri:

  • Sono 26.092 i casi complessivi ad oggi a Firenze (428 in più rispetto a ieri),
  • 8.190 a Prato (231 in più),
  • 7.988 a Pistoia (232 in più),
  • 5.819 a Massa (92 in più),
  • 9.143 a Lucca (229 in più),
  • 12.701 a Pisa (202 in più),
  • 6.526 a Livorno (174 in più),
  • 8.656 ad Arezzo (142 in più),
  • 3.876 a Siena (62 in più),
  • 3.230 a Grosseto (100 in più).

Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni.

Sono 891 quindi i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro (somma delle province di Firenze, Prato, Pistoia), 697 nella Nord Ovest (Massa Carrara, Lucca, Pisa, Livorno), 304 nella Sud est (Arezzo, Siena, Grosseto).

La Toscana si trova al 7° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 2.488 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 2.230 x100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 3.178 casi x100.000 abitanti, Pisa con 3.031, Massa Carrara con 2.986, la più bassa Siena con 1.451.
Complessivamente, 51.046 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (736 in meno rispetto a ieri, meno 1,4%).
Sono 50.176 (886 in meno rispetto a ieri, meno 1,7%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (ASL Centro 17.997, Nord Ovest 21.149, Sud Est 11.030).

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti COVID oggi sono complessivamente 2.094 (7 in più rispetto a ieri, più 0,3%), 296 in terapia intensiva (1 in più rispetto a ieri, più 0,3%).
Le persone complessivamente guarite sono 37.471 (2.577 in più rispetto a ieri, più 7,4%): 2.284 persone clinicamente guarite (150 in più rispetto a ieri, più 7%), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 35.187 (2.427 in più rispetto a ieri, più 7,4%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo.

Purtroppo, oggi si registrano 44 nuovi decessi: 26 uomini e 18 donne con un’età media di 82,2 anni.

Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 12 a Firenze, 7 a Prato, 1 a Pistoia, 3 a Massa Carrara, 2 a Lucca, 8 a Pisa, 5 a Livorno, 3 a Arezzo, 1 a Siena, 2 a Grosseto.

Sono 2.165 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 800 a Firenze, 132 a Prato, 166 a Pistoia, 254 a Massa Carrara, 222 a Lucca, 222 a Pisa, 135 a Livorno, 113 ad Arezzo, 58 a Siena, 44 a Grosseto, 19 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 58,0 x100.000 residenti contro il 80,5 x100.000 della media italiana (10° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (130,3 x100.000), Firenze (79,1 x100.000) e Lucca (57,2 x100.000), il più basso a Grosseto (19,9 x100.000).

 

 

20.11.2020: Il CONI concede alla Associazione Pesca Sportiva Scansanese la Stella di Bronzo al Merito sportivo.

L’onorificenza viene concessa dopo i 20 anni di attività. L’Onorificenza della Stella al Merito Sportivo può essere concessa una sola volta per ogni distinto grado e la concessione avviene per gradi successivi di merito. Oltre ai risultati è molto importante che la Società abbia svolto la sua attività in modo continuativo senza interruzioni. L’Onorificenza sarà consegnata dal Comitato Regionale del CONI che provvederà (restrizioni anti Covid-19 permettendo) all’organizzazione di una cerimonia di consegna sul territorio.

Questo è il Comunicato della APS Scansanese:

“Fare sport in una realtà di provincia non è mai semplice. Farlo da 22 anni in modo continuativo può essere difficile. Farlo anche quest’anno, nonostante sembri che tutto remi contro, tra pandemie e decreti che a volte sembrano essere privi di logica, può sembrare impossibile.

Eppure noi siamo qui, e ogni tanto ci arrivano le notizie che ripagano dei tanti sacrifici fatti in questi anni: il CONI ci ha concesso la Stella di Bronzo al Merito sportivo!

Un’onorificenza che ci riempie di orgoglio, e che vogliamo condividere con tutti quelli che in questi anni hanno creduto in noi: tutto il consiglio direttivo attuale e tutti quelli passati: Carlo Bernardi, Silvio Barbini, Claudio Bovicelli, Luciano Murri, Roberto Severi, Giancarlo Caesi, Pino Culotta, Mauro Ceriola, Luca Brizzi, Luciano Sartori, Tiziano Bruni, Gino Carini, Giacomo Carini, Francesco Filippini.

Grazie ai nostri tre presidenti Gianluca Lega, Marco Nasini e Matteo Ceriola che in questi anni si sono succeduti non facendo mai mancare il loro apporto alla società.

E grazie infine a tutti i nostri atleti che in questi anni hanno difeso egregiamente e con onore i nostri colori su tutti i campi gara.

Grazie anche a chi anni fa aveva predetto che in sei mesi saremmo spariti, quelle parole sono servite per spronarci a fare sempre meglio…

Infine vorremmo dedicare questa onorificenza anche a chi non è più con noi… Freddy questa Stella è anche tua!”

20.11.2020: In Toscana nelle ultime 24 ore, 2.207 nuovi casi (ieri 1.972), 18.442 tamponi (ieri 17.830), 48 decessi (ieri 51). In Maremma 114 nuovi casi (ieri 110).

In Toscana sono 90.884 i casi di positività al Coronavirus, 2.207 in più rispetto a ieri (1.471 identificati in corso di tracciamento e 736 da attività di screening). I nuovi casi sono il 2,5% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono del 7,4% e raggiungono quota 34.894 (38,4% dei casi totali).

I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.421.783, 18.442 in più rispetto a ieri, di cui il 12% positivo.

Sono invece 8.340 i soggetti testati oggi (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 26,5% è risultato positivo.

A questi si aggiungono i 3.687 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 53.869, -0,5% rispetto a ieri. I ricoverati sono 2.087 (14 in meno rispetto a ieri), di cui 295 in terapia intensiva (8 in più). Oggi si registrano 48 nuovi decessi: 31 uomini e 17 donne, con un’età media di 79,4 anni.

Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione civile nazionale – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

L’età media dei 2.207 casi odierni è di 49 anni circa (il 10% ha meno di 20 anni, il 22% tra 20 e 39 anni, il 37% tra 40 e 59 anni, il 22% tra 60 e 79 anni, il 9% ha 80 anni o più).

Si ricorda che a partire dal 24/06/2020, il Ministero della salute ha modificato il sistema di rilevazione dei dati sulla diffusione del Covid-19. I casi positivi non sono più indicati secondo la provincia di notifica bensì in base alla provincia di residenza o domicilio.

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri.

  • Sono 25.664 i casi complessivi ad oggi a Firenze (594 in più rispetto a ieri),
  • 7.959 a Prato (160 in più),
  • 7.756 a Pistoia (232 in più),
  • 5.727 a Massa-Carrara (189 in più),
  • 8.914 a Lucca (240 in più),
  • 12.499 a Pisa (285 in più),
  • 6.352 a Livorno (145 in più),
  • 8.514 ad Arezzo (154 in più),
  • 3.814 a Siena (94 in più),
  • 3.130 a Grosseto (114 in più).

Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni.

Sono 986 quindi i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro (somma delle province di Firenze, Prato, Pistoia), 859 nella Nord-Ovest (Massa-Carrara, Lucca, Pisa, Livorno), 362 nella Sud-Est (Arezzo, Siena, Grosseto).

La Toscana si trova al 7° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 2.437 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 2.168 x100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 3.088 casi x100.000 abitanti, Pisa con 2.983, Massa-Carrara con 2.939, la più bassa Grosseto con 1.412.
Complessivamente, 51.782 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (241 in meno rispetto a ieri, meno 0,5%).
Sono 51.062 (924 in più rispetto a ieri, più 1,8%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (ASL Centro 18.021, Nord-Ovest 21.618, Sud-Est 11.423).
Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti COVID oggi sono complessivamente 2.087 (14 in meno rispetto a ieri, meno 0,7%), 295 in terapia intensiva (8 in più rispetto a ieri, più 2,8%).
Le persone complessivamente guarite sono 34.894 (2.414 in più rispetto a ieri, più 7,4%): 2.134 persone clinicamente guarite (133 in più rispetto a ieri, più 6,6%), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 32.760 (2.281 in più rispetto a ieri, più 7,5%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo.

Oggi si registrano 48 nuovi decessi: 31 uomini e 17 donne, con un’età media di 79,4 anni.

Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 12 a Firenze, 6 a Prato, 5 a Pistoia, 8 a Massa-Carrara, 9 a Lucca, 2 a Pisa, 1 a Livorno, 4 a Arezzo, 1 a Grosseto.

Sono 2.121 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 788 a Firenze, 125 a Prato, 165 a Pistoia, 251 a Massa-Carrara, 220 a Lucca, 214 a Pisa, 130 a Livorno, 110 ad Arezzo, 57 a Siena, 42 a Grosseto, 19 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 56,9 per 100.000 residenti contro il 79,3 per 100.000 della media italiana (10° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa-Carrara (128,8  per 100.000), Firenze (77,9  per 100.000) e Lucca (56,7  per 100.000), il più basso a Grosseto (19,0 per 100.000).

 

19.11.2020: In Toscana nelle ultime 24 ore, 1.972 nuovi casi (ieri 2.508), 17.830 tamponi (ieri 22.365), 51 decessi (ieri 55). In Maremma 110 nuovi casi (ieri 82).

Sono 1.972 in più rispetto a ieri (1.304 identificati in corso di tracciamento e 668 da attività di screening) su un totale complessivo, da inizio epidemia, di 88.677 unità. I nuovi casi sono il 2,3% in più rispetto al totale del giorno precedente. L’età media dei 1.972 casi odierni è di 49 anni circa (il 12% ha meno di 20 anni, il 22% tra 20 e 39 anni, il 35% tra 40 e 59 anni, il 20% tra 60 e 79 anni, l’11% ha 80 anni o più).

I guariti crescono del 6,2% e raggiungono quota 32.480 (36,6% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.403.341, 17.830 in più rispetto a ieri, di cui l’11,1% positivo.

Sono, invece, 8.244 i soggetti testati oggi (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 23,9% è risultato positivo.

A questi si aggiungono i 3.616 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 54.124, +0,03% rispetto a ieri. I ricoverati sono 2.101 (14 in più rispetto a ieri), di cui 287 in terapia intensiva (5 in più).

Oggi si registrano 51 nuovi decessi: 26 uomini e 25 donne con un’età media di 82,2 anni. Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 15 a Firenze, 3 a Prato, 5 a Pistoia, 4 a Massa Carrara, 4 a Lucca, 8 a Pisa, 3 a Livorno, 4 a Arezzo, 3 a Siena, 2 residenti fuori Toscana.

Alcuni dei decessi comunicati agli uffici della Regione nelle ultime 24 ore si riferiscono a morti avvenute nelle settimane scorse.

Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

Si ricorda che a partire dal 24 giugno 2020, il Ministero della Salute ha modificato il sistema di rilevazione dei dati sulla diffusione del Covid-19. I casi positivi non sono più indicati secondo la provincia di notifica bensì in base alla provincia di residenza o domicilio.

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri.

  • Sono 25.070 i casi complessivi a oggi a Firenze (561 in più rispetto a ieri),
  • 7.799 a Prato (179 in più),
  • 7.524 a Pistoia (198 in più),
  • 5.538 a Massa (105 in più),
  • 8.674 a Lucca (184 in più),
  • 12.214 a Pisa (201 in più),
  • 6.207 a Livorno (164 in più),
  • 8.360 ad Arezzo (189 in più),
  • 3.720 a Siena (81 in più),
  • 3.016 a Grosseto (110 in più).

Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni. Sono 938, quindi, i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro (somma delle province di Firenze, Prato, Pistoia), 654 nella Nord Ovest (Massa Carrara, Lucca, Pisa, Livorno), 380 nella Sud est (Arezzo, Siena, Grosseto).

La Toscana si trova al 7° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 2.378 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 2.108 x100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 3.026 casi x100.000 abitanti, Pisa con 2.915, Massa Carrara con 2.842, la più bassa Grosseto con 1.361.

Complessivamente, 52.023 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi (stabili rispetto a ieri).
Sono 50.138 (878 in meno rispetto a ieri, meno 1,7%) le persone, anche loro isolate, in sorveglianza attiva, perché hanno avuto contatti con persone contagiate (Asl Centro 17.593, Nord Ovest 20.971, Sud Est 11.574).

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 2.101 (14 in più rispetto a ieri, più 0,7%), 287 in terapia intensiva (5 in più rispetto a ieri, più 1,8%).

Le persone complessivamente guarite sono 32.480 (1.907 in più rispetto a ieri, più 6,2%): 2.001 persone clinicamente guarite (35 in più rispetto a ieri, più 1,8%), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 30.479 (1.872 in più rispetto a ieri, più 6,5%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo.

Sono 2.073 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 776 a Firenze, 119 a Prato, 160 a Pistoia, 243 a Massa Carrara, 211 a Lucca, 212 a Pisa, 129 a Livorno, 106 ad Arezzo, 57 a Siena, 41 a Grosseto, 19 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 55,6 x100.000 residenti contro il 78,2 x100.000 della media italiana (11° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (124,7 x100.000), Firenze (76,7 x100.000) e Pistoia (54,7 x100.000), il più basso a Grosseto (18,5 x100.000).

 

18.11.2020: In Toscana nelle ultime 24 ore, 2.508 nuovi casi (ieri 2.361), 22.365 tamponi (ieri 15.695), 55 decessi (ieri 52) In Maremma 81 nuovi casi (ieri 39).

Sono 2.508 i positivi in più rispetto a ieri (1.759 identificati in corso di tracciamento e 749 da attività di screening) su un totale complessivo, da inizio epidemia, di 86.705 unità. I nuovi casi sono il 3% in più rispetto al totale del giorno precedente. L’età media dei 2.508 casi odierni è di 47 anni circa (il 10% ha meno di 20 anni, il 26% tra 20 e 39 anni, il 37% tra 40 e 59 anni, il 19% tra 60 e 79 anni, l’8% ha 80 anni o più).

I guariti crescono dell’8,9% e raggiungono quota 30.573 (35,3% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.385.511, 22.365 in più rispetto a ieri, di cui l’11,2% positivo.

Sono invece 10.475 i soggetti testati oggi (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 23,9% è risultato positivo.

A questi si aggiungono i 2.721 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 54.110, -0,1% rispetto a ieri. I ricoverati sono 2.087 (18 in più rispetto a ieri), di cui 282 in terapia intensiva (5 in più).

Oggi si registrano 55 nuovi decessi: 32 uomini e 23 donne con un’età media di 82,7 anni. Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 31 a Firenze, 4 a Prato, 2 a Pistoia, 4 a Massa Carrara, 1 a Lucca, 8 a Pisa, 2 a Arezzo, 3 a Grosseto.

Alcuni dei decessi comunicati agli uffici della Regione nelle ultime 24 ore si riferiscono a morti avvenute nelle settimane scorse.

Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

Si ricorda che a partire dal 24 giugno 2020, il Ministero della Salute ha modificato il sistema di rilevazione dei dati sulla diffusione del Covid-19. I casi positivi non sono più indicati secondo la provincia di notifica bensì in base alla provincia di residenza o domicilio.

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri.

  • Sono 24.509 i casi complessivi ad oggi a Firenze (671 in più rispetto a ieri),
  • 7.620 a Prato (219 in più),
  • 7.326 a Pistoia (197 in più),
  • 5.433 a Massa (213 in più),
  • 8.490 a Lucca (429 in più),
  • 12.013 a Pisa (354 in più),
  • 6.043 a Livorno (169 in più),
  • 8.171 ad Arezzo (124 in più),
  • 3.639 a Siena (51 in più),
  • 2.906 a Grosseto (81 in più).

Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni.
Sono 1.087, quindi, i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro (somma delle province di Firenze, Prato, Pistoia), 1.165 nella Nord Ovest (Massa Carrara, Lucca, Pisa, Livorno), 256 nella Sud est (Arezzo, Siena, Grosseto).

La Toscana si trova al 7° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 2.325 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 2.051 x100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 2.957 casi x100.000 abitanti, Pisa con 2.867, Massa Carrara con 2.788, la più bassa Grosseto con 1.311.

Complessivamente, 52.023 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi (60 in meno rispetto a ieri, meno 0,1%). Sono 51.016 (3.232 in più rispetto a ieri, più 6,8%) le persone, anche loro isolate, in sorveglianza attiva, perché hanno avuto contatti con persone contagiate (Asl Centro 18.401, Nord Ovest 21.126, Sud Est 11.489).

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 2.087 (18 in più rispetto a ieri, più 0,9%), 282 in terapia intensiva (5 in più rispetto a ieri, più 1,8%).

Le persone complessivamente guarite sono 30.573 (2.495 in più rispetto a ieri, più 8,9%): 1.966 persone clinicamente guarite (133 in più rispetto a ieri, più 7,3%), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 28.607 (2.362 in più rispetto a ieri, più 9%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo.

Sono 2.022 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 761 a Firenze, 116 a Prato, 155 a Pistoia, 239 a Massa Carrara, 207 a Lucca, 204 a Pisa, 126 a Livorno, 102 ad Arezzo, 54 a Siena, 41 a Grosseto, 17 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 54,2 x100.000 residenti contro il 77,0 x100.000 della media italiana (11° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (122,6 x100.000), Firenze (75,2 x100.000) e Lucca (53,4 x100.000), il più basso a Grosseto (18,5 x100.000).

 

17.11.2020: In Toscana nelle ultime 24 ore, 2.361 nuovi casi (ieri 2.433), 15.695 tamponi (ieri 15.527) 52 decessi (ieri 36) In Maremma, 39 nuovi casi (ieri 153).

In Toscana sono 84.197 i casi di positività al Coronavirus, 2.361 in più rispetto a ieri (1.666 identificati in corso di tracciamento e 695 da attività di screening). I nuovi casi sono il 2,9% in più rispetto al totale del giorno precedente. L’età media dei 2.361 casi odierni è di 49 anni circa (il 9% ha meno di 20 anni, il 25% tra 20 e 39 anni, il 34% tra 40 e 59 anni, il 21% tra 60 e 79 anni, l’11% ha 80 anni o più).

I guariti crescono del 7,7% e raggiungono quota 28.078 (33,3% dei casi totali).

I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.363.146, 15.695 in più rispetto a ieri, di cui il 15% positivo.

Sono 6.961 i soggetti testati oggi (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 33,9% è risultato positivo.

A questi si aggiungono i 2.753 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 54.152, +0,6% rispetto a ieri. I ricoverati sono 2.069 (8 in più rispetto a ieri), di cui 277 in terapia intensiva (7 in meno).

Oggi si registrano 52 nuovi decessi: 28 uomini e 24 donne con un’età media di 83 anni. Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 22 a Firenze, 4 a Prato, 3 a Pistoia, 2 a Massa Carrara, 7 a Lucca, 9 a Pisa, 2 a Livorno, 2 a Siena, 1 a Grosseto.

Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

Si ricorda che a partire dal 24 giugno 2020, il Ministero della Salute ha modificato il sistema di rilevazione dei dati sulla diffusione del Covid-19. I casi positivi non sono più indicati secondo la provincia di notifica bensì in base alla provincia di residenza o domicilio.

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri.

  • Sono 23.838 i casi complessivi ad oggi a Firenze (667 in più rispetto a ieri),
  • 7.401 a Prato (204 in più),
  • 7.129 a Pistoia (209 in più),
  • 5.220 a Massa (257 in più),
  • 8.061 a Lucca (354 in più),
  • 11.659 a Pisa (290 in più),
  • 5.874 a Livorno (155 in più),
  • 8.047 ad Arezzo (92 in più),
  • 3.588 a Siena (94 in più),
  • 2.825 a Grosseto (39 in più).

Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni. 
Sono 1.080 quindi i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro (somma delle province di Firenze, Prato, Pistoia), 1.056 nella Nord Ovest (Massa Carrara, Lucca, Pisa, Livorno), 225 nella Sud est (Arezzo, Siena, Grosseto).

La Toscana si trova al 7° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 2.258 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 1.998 x100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 2.872 casi x100.000 abitanti, Pisa con 2.782, Massa Carrara con 2.679, la più bassa Grosseto con 1.275.

Complessivamente, 52.083 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi (293 in più rispetto a ieri, più 0,6%). Sono 47.784 (3.487 in più rispetto a ieri, più 7,9%) le persone, anche loro isolate, in sorveglianza attiva, perché hanno avuto contatti con persone contagiate (Asl Centro 16.502, Nord Ovest 19.764, Sud Est 11.518).

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 2.069 (8 in più rispetto a ieri, più 0,4%), 277 in terapia intensiva (7 in meno rispetto a ieri, meno 2,5%).

Le persone complessivamente guarite sono 28.078 (2.008 in più rispetto a ieri, più 7,7%): 1.833 persone clinicamente guarite (80 in più rispetto a ieri, più 4,6%), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 26.245 (1.928 in più rispetto a ieri, più 7,9%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo.

Sono 1.967 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 730 a Firenze, 112 a Prato, 153 a Pistoia, 235 a Massa Carrara, 206 a Lucca, 196 a Pisa, 126 a Livorno, 100 ad Arezzo, 54 a Siena, 38 a Grosseto, 17 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 52,7 x100.000 residenti contro il 75,8 x100.000 della media italiana (11° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (120,6 x100.000), Firenze (72,2 x100.000) e Lucca (53,1 x100.000), il più basso a Grosseto (17,1 x100.000).

 

16.11.2020: In Toscana nelle ultime 24 ore, 10% in meno di nuovi casi ma con il 20% in meno di tamponi; il 37,4 per cento dei soggetti testati è risultato positivo (erano il 31,2% ieri). In Maremma i nuovi casi stazionari sui massimi raggiunti ieri.

2.433 nuovi casi (ieri 2.653)

15.527 tamponi (ieri 18.737)

36 decessi (ieri 44)

In Maremma, 153 nuovi casi (ieri 158).

Con 2.433 nuovi casi Covid registrati nell’ultimo bollettino quotidiano salgono a 53.851 i positivi in questo momento in Toscana al coronavirus, il 2,9 per cento in più rispetto a ieri. Le persone che sono entrate in contatto con il virus da febbraio arrivano invece ad 81.836, quelle naturalmente accertate. Trentasei sono gli ultimi decessi: 19 uomini e 17 donne, età media 83 anni e mezzo.

I numeri, che fotografano l’andamento dell’epidemia della regione, sono quelli accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione civile nazionale. Dei nuovi contagiati 1.694 sono stati identificati in corso di tracciamento, inseguendo il filo dei contatti stretti di chi già era malato, mentre 739 sono stati rintracciati grazie ad attività di screening.

Esclusi i tamponi di controllo, il 37,4 per cento dei soggetti testati è risultato positivo.

Con gli ultimi esami salgono a 1 milione e 347.451 i tamponi eseguiti in Toscana dall’inizio dell’emergenza sanitaria a febbraio: 15.527 tamponi in più rispetto al precedente bollettino, di cui il 15,7 per cento è risultato positivo, 864 i test rapidi. I nuovi casi sono il 3,1 per cento rispetto al totale del giorno precedente.

Sale il numero dei ricoverati in ospedale nei reparti Covid (2.061, 53 in più rispetto a ieri, più 2,6 per cento), di cui 284 in terapia intensiva (dieci in più, più 3,6 per cento). La maggior parte dei contagiati continua comunque ad essere curata a casa o negli alberghi sanitari, perché presenta sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o perché priva di sintomi: si tratta di 51.790 persone (1.490 in più nelle ultime ventiquattro ore, più 3 per cento).

Salgono a 44.297 (1.213 in più rispetto al precedente bollettino più 2,8%) le persone al momento non malate né positive ma comunque isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (14.746 nell’Asl Centro, 18.461 nella Nord Ovest 18.461 e 11,090 nella Sud Est).

Cresce fortunatamente anche il numero dei guariti: 864 in più rispetto a ieri, più 3,4 per cento, che porta il totale da quando il virus a febbraio è stata tracciato a 26.070: in particolare sono 1.753 le persone clinicamente guarite (87 in più nelle ultime ventiquattro ore, più 5,2 per cento), pazienti cioè divenuti asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 24.317 (767 in più rispetto a ieri, più 3,3 per cento) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali accertate dopo doppio tampone negativo.

L’età media dei nuovi di casi – 887 nell’Asl Centro, 1.058 nella Nord Ovest e 488 nella Sud Est – è di 47 anni: il 13 per cento ha meno ha meno di 20 anni, il 22 per cento tra 20 e 39, il 35 per cento tra 40 e 59, il 21 per cento tra 60 e 79, il 9 per cento 80 o più.

In base alla provincia di residenza o di domicilio, dall’inizio dell’emergenza:

  • salgono a 23.171 i casi complessivi registrati nel territorio della città metropolitana di Firenze (422 in più rispetto a ieri),
  • 7.197 a Prato (201 in più),
  • 6.920 a Pistoia (264 in più),
  • 4.963 a Massa Carrara (362 in più),
  • 7.707 a Lucca (310 in più),
  • 11.369 a Pisa (289 in più),
  • 5.719 a Livorno (97 in più),
  • 7.955 ad Arezzo (228 in più),
  • 3.494 a Siena (107 in più)
  • 2.786 a Grosseto (153 in più).

Ci sono poi 555 i casi positivi notificati in Toscana ma di residenti in altre regioni.

La Toscana si conferma all’ottavo posto in Italia – nelle ultime settimane è stata anche settima – come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 2.194 casi per 100mila abitanti (la media italiana è di circa 1.953 per 100mila, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 2.793 casi per 100mila abitanti, Pisa con 2.713 e Massa Carrara con 2.547, mentre la più bassa è Grosseto con 1.257.

Con i trentasei nuovi decessi rispetti al precedente bollettino – in base alla residenza 21 a
Firenze, 1 a Prato, 1 a Pistoia, 2 a Massa Carrara, 4 a Lucca, 4 a Pisa e 3 a Livorno – diventano 1.915 i deceduti in Toscana dall’inizio dell’epidemia: 708 nella città metropolitana di Firenze, 108 in provincia di Prato, 150 a Pistoia, 233 a Massa Carrara, 199 a Lucca, 187 a Pisa, 124 a Livorno, 100 ad Arezzo, 52 a Siena, 37 a Grosseto e 17 morti sul suolo toscano ma residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 51,3 per 100mila residenti contro il 74,9 per 100mila della media italiana. La Toscana è undicesima in questa classifica. Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (119,6 per 100mila) seguita da Firenze (70 per 100mila) e Lucca (51,3 per 100mila), mentre il più basso è a Grosseto (16,7 per 100mila).

 

Fare la spesa nei Comuni “contigui”, ma quali sono?

Questo è il nuovo chiarimento preso dal sito del Governo in cui tra i luoghi dove si può andare a fare la spesa, oltre il proprio Comune, si parla di Comune contiguo al proprio che presenti una disponibilità, anche in termini di maggiore convenienza economica, di punti vendita necessari alle proprie esigenze.

Per “Comuni contigui” si devono intendere i “comuni confinanti” che, per Scansano sono 5:

  • Campagnatico,
  • Roccalbegna,
  • Manciano,
  • Magliano in Toscana
  • Grosseto

La parola chiave resta una e sola: buonsenso.

Il chiarimento di Palazzo Chigi non deve trasformarsi in un “libera tutti”. E questo dipende da ciascuno di noi.

 

15.11.2020: Posso fare la spesa in un comune diverso da quello in cui abito per risparmiare? Si, in uno contiguo nella nuova formulazione del Governo.

Oggi è stata aggiornata la risposta alla domanda:
Posso fare la spesa in un comune diverso da quello in cui abito?

Il testo della nuova formulazione è il seguente (in rosso la frase aggiunta):

Gli spostamenti verso Comuni diversi da quello in cui si abita sono vietati, salvo che per specifiche esigenze o necessità.
Fare la spesa rientra sempre fra le cause giustificative degli spostamenti. Laddove quindi il proprio Comune non disponga di punti vendita o nel caso in cui un Comune contiguo al proprio presenti una disponibilità, anche in termini di maggiore convenienza economica, di punti vendita necessari alle proprie esigenze, lo spostamento è consentito, entro tali limiti, che dovranno essere autocertificati.

Vista la ufficialità della fonte (sito del Governo italiano) possiamo dunque ritenere superata una delle limitazioni precedenti, limitazione che era particolarmente fastidiosa per chi abita in un piccolo comune senza supermercati o per chi abita in una frazione distante dal capoluogo comunale ma vicina ad un supermercato sito in altro comune. Col chiarimento di oggi la questione è superata, attenzione però, si parla si “un Comune contiguo” ovvero confinante.

 

FONTI:

Questo è il link alla pagina del sito del Governo dove si trova il chiarimento riportato sopra: http://www.governo.it/it/articolo/domande-frequenti-sulle-misure-adottate-dal-governo/15638#zone

Questa è la formulazione che era ancora presente il 13 novembre:

sito internet della Presidenza del Consiglio dei Ministri, consultato il 13 novembre 2020.

 

 

 

E questa è la formulazione presente oggi,  15 novembre:

sito internet della Presidenza del Consiglio dei Ministri, consultato il 15 novembre 2020.

 

 

Una certezza per le persone fragili a Scansano: l’Auser, i riferimenti per contattarla.

L’Auser Scansano odv è disponibile per consegna di medicinali e generi alimentari alle persone più fragili e che sono impossibilitate a muoversi.

Inoltre due nostre volontarie dai nostri uffici ogni settimana chiameranno i nostri associati per sapere se hanno bisogno di aiuto, ma anche per dare loro un supporto psicologico.

Per contattare l’Auser di Scansano:

    • 0564 509116, dal lunedì al sabato, dalle 10 alle 12
    • per urgenze: 340 570 9138

Questo è l’avviso dell’Auser di oggi.

Scansano.blog ringrazia tutte i Volontari e le Volontarie dell’Auser per la loro costante presenza in aiuto alle persone fragili. Le attività dell’Auser sono un costante riferimento sociale, spesso sostitutive di quelle che dovrebber svolgere le Istituzioni locali.

Grazie Auser !

15.11.2020: nonostante la giornata festiva, record di nuovi casi positivi in Toscana (2.653) e in Maremma (158). Oggi 31,2% di positivi sulle persone testate.

In Toscana nelle ultime 24 ore, 2.653 nuovi casi (ieri 2.420) con 18.737 tamponi (ieri 19.184), 44 decessi (ieri 42). In Maremma, 158 nuovi casi (ieri 91).

In Toscana sono 79.403 i casi di positività al Coronavirus, 2.653 in più rispetto a ieri (1.870 identificati in corso di tracciamento e 783 da attività di screening). I nuovi casi sono il 3,5% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono del 5,7% e raggiungono quota 25.216 (31,8% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.331.924, 18.737 in più rispetto a ieri.

Sono 8.496 i soggetti testati (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 31,2% è risultato positivo.

A questi si aggiungono i 2.007 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 52.308, +2,4% rispetto a ieri. I ricoverati sono 2.008 (63 in più rispetto a ieri), di cui 274 in terapia intensiva (8 in più). Oggi si registrano 44 nuovi decessi: 26 uomini e 18 donne con un’età media di 84,7 anni.

Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste della Protezione Civile Nazionale – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

L’età media dei 2.653 casi odierni è di 47 anni circa (il 14% ha meno di 20 anni, il 23% tra 20 e 39 anni, il 34% tra 40 e 59 anni, il 20% tra 60 e 79 anni, il 9% ha 80 anni o più).

Si ricorda che a partire dal 24/06/2020, il Ministero della Salute ha modificato il sistema di rilevazione dei dati sulla diffusione del Covid-19. I casi positivi non sono più indicati secondo la provincia di notifica bensì in base alla provincia di residenza o domicilio.

Di seguito i casi di positività sul territorio con la variazione rispetto a ieri.

  • Sono 22.749 i casi complessivi ad oggi a Firenze (500 in più rispetto a ieri),
  • 6.996 a Prato (260 in più),
  • 6.656 a Pistoia (285 in più),
  • 4.601 a Massa (364 in più),
  • 7.397 a Lucca (219 in più),
  • 11.080 a Pisa (342 in più),
  • 5.622 a Livorno (162 in più),
  • 7.727 ad Arezzo (259 in più),
  • 3.387 a Siena (104 in più),
  • 2.633 a Grosseto (158 in più).

Sono 555 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni.

Sono 1.045 quindi i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro, 1.087 nella Nord Ovest, 521 nella Sud est.

La Toscana si trova al 8° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 2.129 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 1.896 x100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Prato con 2.715 casi x100.000 abitanti, Pisa con 2.644, Massa Carrara con 2.361, la più bassa Grosseto con 1.188.

Complessivamente, 50.300 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (1.184 in più rispetto a ieri, più 2,4%). Sono 43.084 (824 in meno rispetto a ieri, meno 1,9%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (ASL Centro 14.553, Nord Ovest 17.683, Sud Est 10.848).

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti COVID oggi sono complessivamente 2.008 (63 in più rispetto a ieri, più 3,2%), 274 in terapia intensiva (8 in più rispetto a ieri, più 3%).

Le persone complessivamente guarite sono 25.216 (1.362 in più rispetto a ieri, più 5,7%): 1.666 persone clinicamente guarite (111 in più rispetto a ieri, più 7,1%), divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione e 23.550 (1.251 in più rispetto a ieri, più 5,6%) dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con doppio tampone negativo.

Oggi si registrano 44 nuovi decessi: 26 uomini e 18 donne con un’età media di 84,7 anni.

Relativamente alla provincia di residenza, le persone decedute sono: 17 a Firenze, 4 a Prato, 8 a Pistoia, 4 a Massa Carrara, 1 a Lucca, 5 a Pisa, 3 a Livorno, 2 a Arezzo.

Sono 1.879 i deceduti dall’inizio dell’epidemia cosi ripartiti: 687 a Firenze, 107 a Prato, 149 a Pistoia, 231 a Massa Carrara, 195 a Lucca, 183 a Pisa, 121 a Livorno, 100 ad Arezzo, 52 a Siena, 37 a Grosseto, 17 persone sono decedute sul suolo toscano ma erano residenti fuori regione.

Il tasso grezzo di mortalità toscano (numero di deceduti/popolazione residente) per Covid-19 è di 50,4 x100.000 residenti contro il 74,0 x100.000 della media italiana (11° regione). Per quanto riguarda le province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (118,5 x100.000), Firenze (67,9 x100.000) e Pistoia (50,9 x100.000), il più basso a Grosseto (16,7 x100.000).