21.3.2020: Primo elenco delle attività ritenute essenziali e che continueranno il loro servizio.

Nel suo discorso, il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha annunciato il blocco in tutto il territorio nazionale di ogni attività produttiva che non sia indispensabile per produrre beni di prima necessità o strategica al momento.

Questo l’elenco – in bozza – delle attività ritenute essenziali e che continueranno il loro servizio.

  • coltivazioni agricole e produzione di prodotti animali, caccia e servizi connessi
  • pesca e acquacoltura
  • industrie alimentari
  • industria delle bevande
  • fabbricazione di altri articoli tessili tecnici ed industriali
  • fabbricazione di spago, corde, funi e reti
  • fabbricazione di tessuti non tessuti e di articoli in tali materie (esclusi gli articoli di abbigliamento)
    confezioni di camici, divise e altri indumenti da lavoro
  • fabbricazione di carta
  • stampa e riproduzione di supporti registrati
  • fabbricazione di coke e prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio
  • fabbricazione di prodotti chimici
  • fabbricazione di prodotti farmaceutici di base e di preparati farmaceutici
  • fabbricazione di articoli in gomma
  • fabbricazione di articoli in materie plastiche
  • fabbricazione di vetrerie per laboratori, per uso igienico, per farmacia
  • fabbricazione di prodotti refrattari
  • produzione di alluminio e semilavorati
  • fabbricazione di apparecchi elettromedicali (incluse parti staccate e accessori)
  • fabbricazione di altri strumenti per irradiazione ed altre apparecchiature elettroterapeutiche
  • fabbricazione di macchine per l’industria della carta e del cartone (incluse parti e accessori)
  • fabbricazione di strumenti e forniture mediche e dentistiche
  • riparazione e manutenzione di attrezzature di uso non domestico per la refrigerazione e la ventilazione
  • riparazione e manutenzione di apparecchi medicali per diagnosi, di materiale medico chirurgico e veterinario, di apparecchi e strumenti per odontoiatria
  • riparazione e manutenzione di macchine per le industrie chimiche, petrolchimiche e petrolifere
  • riparazione e manutenzione di trattori agricoli
  • riparazione e manutenzione di altre macchine per l’agricoltura, la silvicoltura e la zootecnia
  • riparazione di apparati di distillazione per laboratori, di centrifughe per laboratori e di macchinari per pulizia ad ultrasuoni per laboratori
  • riparazione e manutenzione di aeromobili e di veicoli spaziali
  • riparazione e manutenzione di materiale rotabile ferroviario, tranviario, filoviario e per metropolitane (esclusi i loro motori)
  • installazione di apparecchi medicali per diagnosi, di apparecchi e strumenti per odontoiatria
  • installazione di apparecchi elettromedicali
  • fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata
  • raccolta, trattamento e fornitura di acqua
  • gestione delle reti fognarie
  • attività di raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiuti; recupero dei materiali
  • attività di risanamento e altri servizi di gestione dei rifiuti
  • installazione di impianti elettrici
  • installazione di impianti idraulici, di riscaldamento e di condizionamento dell’aria (inclusa manutenzione e riparazione) in edifici o in altre opere di costruzione
  • installazione di impianti per la distribuzione del gas (inclusa manutenzione e riparazione)
  • installazione di impianti di spegnimento antincendio (inclusi quelli integrati e la manutenzione e riparazione)
  • manutenzione e riparazione di autoveicoli
  • commercio di parti e accessori di autoveicoli per la sola attività di manutenzione e riparazione di motocicli e commercio di relative parti e accessori
  • commercio all’ingrosso di carta, cartone e articoli di cartoleria
  • commercio all’ingrosso di articoli antincendio e antinfortunistici
  • trasporto ferroviario di passeggeri (interurbano)trasporto ferroviario di merci
  • trasporto terrestre di passeggeri in aree urbane e suburbane
  • trasporto con taxi
  • trasporto mediante noleggio di autovetture da rimessa con conducente
  • trasporto di merci su strada
  • trasporto mediante condotte di gas
  • trasporto mediante condotte di liquidi
  • trasporto marittimo e per vie d’acqua
  • trasporto aereo
  • magazzinaggio e attività di supporto ai trasporti
  • servizi postali e attività di corriere
  • servizi di informazione e comunicazione
  • attività finanziarie e assicurative
  • ricerca scientifica e sviluppo
  • traduzione e interpretariato
  • servizi veterinari
  • servizi di vigilanza privata
  • servizi connessi ai sistemi di vigilanza
  • attività di sterilizzazione di attrezzature medico sanitarie
  • pulizia e lavaggio di aree pubbliche, rimozione di neve e ghiaccio
  • altre attività di pulizia nca
  • attività dei call center
  • amministrazione pubblica e difesa; assicurazione sociale obbligatoria
  • istruzione
  • assistenza sanitaria
  • servizi di assistenza sociale residenziale
  • assistenza sociale non residenziale
  • attività di organizzazioni economiche, di datori di lavoro e professionali

21.3.2020: Testo e Video dell’annuncio del Presidente Conte di nuove misure restrittive per contrastare la diffusione del Covid-19

Non voglio minimizzare.

È la crisi più difficile per il paese dal Secondo dopoguerra. Le immagini che vediamo ci rimarranno per sempre nella memoria. La morte di così tanti cittadini è un dolore che si rinnova di giorno in giorno: non sono numeri, ma persone.

Le misure sin qui adottate richiedono tempo affinché mostrino i loro effetti, dobbiamo rispettarle con fiducia. Sono misure severe, ne sono consapevole ma non abbiamo alternative. In questo momento dobbiamo resistere, soltanto in questo modo riusciremo a tutelare noi stessi e le persone che amiamo. Il nostro sacrificio di rimanere a casa è minimo rispetto al sacrificio di altri concittadini negli ospedali e in luoghi cruciali, c’è chi rischia molto di più come medici, infermieri, forze dell’ordine, uomini e donne delle protezioni civili, commessi, farmacisti, autotrasportatori, uomini dell’informazione. Sono uomini e donne che non soltanto stanno andando a lavorare ma compiono un atto di amore nei confronti dell’Italia intera.

Oggi abbiamo deciso di compiere un altro passo, chiudendo in tutto il territorio nazionale ogni attività produttiva che non sia indispensabile per produrre beni di prima necessità o strategica al momento.

Abbiamo lavorato tutto il giorno per stilare una lista dettagliata di tutte le attività di primaria necessità. Continueranno a rimanere aperti i supermercati e di generi alimentari e di prima necessità: non abbiamo previsto nessuna restrizione sui giorni d’apertura dei supermercati, mantenete la calma, non c’è ragione di fare code. Rimarranno aperte anche aperte farmacie, parafarmacie, poste, banche, assicurazioni e assicureremo i trasporti e le attività concesse. Al di fuori delle attività necessarie consentiremo soltanto il lavoro smart-working e le attività produttive rilevanti per la nazione.

Rallentiamo il motore produttivo del Paese ma non lo fermiamo.

È una decisione che si rende necessaria oggi. L’emergenza sanitaria sta sfociando in emergenza economica ma lo Stato c’è, il Governo è qui. Prenderemo misure per rialzarci quanto prima. La nostra comunità deve stringersi a protezione della vita. Le rinunce che vi sembrano un passo indietro domani ci permetteranno di prendere la rincorsa per tornare in piazze, fabbriche, uffici, tra le braccia dei famigliari.

Lo facciamo perché amiamo l’Italia, uniti ce la faremo.

RESTATE A CASA

In questa terribile foto l’esercito trasporta le bare di Bergamo in altre regioni  … cosa deve ancora accadere perché ci decidiamo a RESTARE DAVVERO A CASA?

 

Toscana: medicinali, un sms per ritirarli. La ricetta si stampa in farmacia.

La Toscana si attrezza per far fronte ancora di più all’emergenza Coronavirus. La copia cartacea della ricetta dematerializzata – ovviamente e come sempre su prescrizione del medico – si potrà d’ora in poi stampare direttamente in farmacia. Perciò i cittadini della Toscana non devono più recarsi nello studio del proprio medico di medicina generale per ritirarla in formato cartaceo.

Saranno sufficienti il Numero di ricetta elettronica (NRE) comunicato dal proprio medico tramite messaggio Sms sul telefono dell’assistito e la Tessera sanitaria. Le farmacie toscane si fanno così carico di un passaggio burocratico, per contribuire a ridurre al minimo le occasioni di contatto tra pazienti e per evitare che si creino lunghe code negli ambulatori, purtroppo più affollati del solito in questi giorni, nonostante l’invito della Regione sia quello di non recarsi dal proprio medico di famiglia se non per reale necessità.

13.3.2020: 2 casi a Scansano, 15 nuovi casi totali a Grosseto e Provincia

Sono 15 in più rispetto a ieri le persone positive al Covid-19.

Lo ha comunicato la Asl toscana sud est nel punto giornaliero sulla situazione.

In totale sono 35 persone le positive al tampone in tutta la provincia di Grosseto.

I nuovi positivi sono:

    • 5 uomini di Grosseto (46, 48 , 57, 62 e 69 anni)
    • 2 donne Grosseto (53 e 54 anni di Grosseto)
    • 1  donna di 32 anni di Castiglione della Pescaia
    • 1 uomo di 66 anni di Roccastrada
    • 1 donna di 84 anni e un uomo di 86 anni di Scansano.

I pazienti sono tutti in sorveglianza attiva domiciliare.