TEST SIEROLOGICI: PRESCRIVIBILI ANCHE DAI MEDICI DI BASE, SI AMPLIA L’ELENCO DELLE CATEGORIE

Prosegue il percorso della Regione Toscana verso lo screening di massa dei toscani con l’obiettivo di riuscire ad evitare ritorni di contagi ed eventualmente contenere e spegnere i focolai. La terza ordinanza dedicata, estende il test sierologico ad altre categorie a rischio e prevede che possano prescriverlo anche i medici e pediatri di famiglia.

Ecco i dettagli:

  • il medico o il pediatra di famiglia possono richiedere il test sierologico per i pazienti che manifestino o abbiano manifestato sintomi di Covid-19. In caso di test positivo o dubbio dovrà essere effettuato nel più breve tempo possibile il tampone, massimo entro le 24 ore
  • potranno fare il test, a spese proprie, anche i lavoratori che, pur non rientrando tra le categorie che ne hanno diritto gratuitamente, abbiano contatto con il pubblico per la propria attività
  • le categorie di lavoratori e operatori alle quali la nuova ordinanza estende la possibilità di fare il test sierologico gratuitamente, nei 41 laboratori convenzionati sono:
    • contatti stretti di casi positivi;
    • studenti universitari delle facoltà sanitarie che abbiano accesso all’interno di strutture sanitarie e socio-sanitarie;
    • medici ed infermieri operanti come libero professionisti;
    • odontoiatri libero professionisti
    • tabaccherie
    • i magistrati ed il personale amministrativo delle giurisdizioni ordinaria, amministrativa e contabile che hanno rapporti con il pubblico;
    • operatori ed ospiti delle strutture di accoglienza per migranti
    • maestri, insegnanti e personale delle scuole di ogni ordine e grado e personale afferente agli asili nido e campi estivi al momento della ripresa delle attività

Fonte: pagina FaceBook di Leonardo Marras