30.11.2019: Il Consiglio Comunale all’unanimità a sostegno del Popolo Curdo

Il 30 novembre, su iniziativa del Consigliere Quitadamo, il Consiglio Comunale ha approvato all’unanimità una Mozione a sostegno del Popolo Curdo.

Vista la poca diffusione data alla Mozione, riteniamo utile pubblicarla:

Il Consiglio Comunale del Comune di Scansano esprime preoccupazione per l’iniziativa di guerra della Turchia contro il popolo curdo.
L’iniziativa di guerra che la Turchia ha avviato contro il popolo curdo nel nord della Siria deve preoccupare tutte le comunità italiane.
Il presidente della Turchia, Recep Tayyip Erdogan, ha compiuto un atto che destabilizza non solo l’area del Medio Oriente ma anche gli equilibri all’interno dell’Europa. Si tratta di un colpo di mano che colpisce popoli già fortemente provati e riapre una ferita in un’area strategica per il mondo.
Uniamo la voce a quella di tutte le comunità italiane, dei sindacati CGIL – CISL – UIL, delle istituzioni locali, del Governo Nazionale per imporre al premier turco Erdogan l’immediata sospensione di ogni azione militare contro i Curdi, alleati fondamentali per la sconfitta dell’ISIS.
Riteniamo che sia insufficiente la sola misura del blocco delle esportazioni delle armi per i contratti nuovi quando ci sono in consegna alla Turchia armi micidiali ordinate nel passato ma pronte ora per una azione che contrasta le norme del diritto intenzionale e quelle della convivenza e del rispetto dell’integrità territoriale di altri Stati e della convivenza civile.
Crediamo in un futuro di pace in cui ci sia spazio per tutte le espressioni religiose, per le diverse etnie e per ogni popolo che vive nel pianeta. Condanniamo coloro che accendono conflitti e provocano sofferenze per affermare un potere anacronistico con la forza delle armi.

Cliccando sulla immagine seguente è possibile scaricare la delibera originale completa.

cliccare per scaricare la Delibera Originale

29.7.2019: Il Consiglio Comunale approva la Mozione per il divieto di utilizzo di plastica monouso negli eventi patrocinati dal Comune

Considerando come sia stata data pochissima evidenza nelle comunicazioni del Comune a questa importante decisione del Consiglio comunale, riteniamo  utile riportarla a pochi giorni dalla sua entrata in vigore.

Il 29 luglio 2019, su iniziativa dei Consiglieri Tollapi, Aniceti e Quitadamo, il Consiglio comunale ha approvato una mozione che:

chiede che la Giunta Comunale conceda – a partire dal 1.1.2020 – il Patrocinio del Comune di Scansano solo alle manifestazioni i cui organizzatori si impegnino a rispettare quando riportato l’Art. 1, comma 1, della L.R. 37/2019 ovvero:
divieto di utilizzare contenitori, mescolatori per bevande, aste a sostegno di palloncini, cannucce e stoviglie, quali posate, forchette, coltelli, cucchiai, bacchette e piatti, in plastica monouso

La mozione è stata approvata con 9 voti favorevoli ed 1 contrario, su 10 presenti.

Cliccando sulla immagine seguente è possibile scaricare la delibera originale completa.

cliccare per scaricare la Delibera originale

 

15.11.2019: i VVf manifestano e chiedono anche il distaccamento permanente a Scansano

Venerdì scorso, in piazza della “Vasca” a Grosseto, presidio sindacale dei VVf a seguito dello sciopero nazionale per l’equiparazione salariale con le altre forze dell’Ordine.
Nella manifestazione di Grosseto c’è una richiesta locale: i sindacati chiedono che venga creato il distaccamento permanente di Scansano.

Il servizio è andato in onda il giorno stesso nel TG di TV9, sempre puntuale nell’informare i cittadini maremmani.

10.11.2019: Foto dalla Presentazione del Calendario Auser su Panchine Rosse a Scansano

In una sala gremita, è stato presentato il Calendario 2020 prodotto dall’Auser.

Presenti il Presidente dell’Auser di Scansano, Carlo Pellegrini, ed il direttivo dell’Auser, hanno partecipato anche Susi Esposito del Centro Antiviolenza “Tutto è Vita” di Grosseto e due Consiglieri Comunali di Scansano, Elisabetta Tollapi e Pasquale Quitadamo.

L’iniziativa delle Panchine Rosse a Scansano è stato un contributo che l’Auser ha voluto per ricordare uno dei drammi principali di questa nostra epoca, la violenza e le discriminazioni verso le ragazze e le donne.

Il Calendario, realizzato graficamente da Pasquale Quitadamo, dedica un mese ad ogni frazione con un’immagine caratteristica del centro abitato e la foto della locale panchina.Tra maggio e settembre sono state inaugurate 9 panchine, una in ogni centro abitato del Comune di Scansano, tutte dipinte con espressività civile ed artistica da artisti locali.

Il ricavato dei calendari (offerta libera a partire da 10€) sarà destinato al sostegno delle meritorie attività dell’Auser in favore degli anziani e delle persone bisognose.

Per chi volesse farsi parte attiva nella distribuzione, si può inviare una mail a scansano.blog (macchiapeschi@gmail.com) per essere ricontattati.

10.11.2019: Presentazione del Calendario Auser su Panchine Rosse a Scansano

La iniziativa dell’Auser delle Panchine Rosse continua.

Tra maggio e settembre sono state inaugurate 9 panchine, una in ogni centro abitato del Comune di Scansano, tutte dipinte con espressività civile ed artistica da artisti locali.

Un contributo per ricordare uno dei drammi principali di questa nostra epoca, la violenza e le discriminazioni verso le ragazze e le donne.

Il Calendario 2020 prodotto dall’Auser dedica un mese ad ogni frazione con un’immagine caratteristica del centro abitato e la foto della locale panchina.

Il ricavato dei calendari (offerta libera a partire da 10€) sarà destinato al sostegno delle meritorie attività dell’Auser in favore degli anziani e delle persone bisognose.

Si potrà acquistare il calendario nella presentazione e in alcuni punti del Comune che comunicheremo qui su scansano.blog.

Il calendario sarà comunque disponibile presso la sede Auser di Scansano.

Per chi volesse farsi parte attiva nella distribuzione, si può inviare una mail a scansano.blog (macchiapeschi@gmail.com) per essere ricontattati.

La Copertina del Calendario

5.11.2019: Con i Vigili del fuoco

Facciamo nostre le parole del Capo dello Stato per esprimere la nostra vicinanza a effettivi e volontari dei Vigili del fuoco, così tragicamente colpiti oggi nell’alessandrino:
Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inviato al prefetto Salvatore Mulas, capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile, il seguente messaggio: “Ho appreso con profonda tristezza la notizia del decesso, durante un intervento in provincia di Alessandria, dei Vigili del Fuoco Antonino Candido, Marco Triches e Matteo Gastaldo. In questa dolorosa circostanza desidero esprimere a lei e al Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco la mia solidale vicinanza, rinnovando il profondo sentimento di fiducia e di riconoscenza per la generosa dedizione al servizio della collettività. La prego di far pervenire ai familiari le espressioni della mia commossa partecipazione al loro cordoglio e ai Vigili del Fuoco feriti gli auguri di pronta guarigione”

Il Modulo per iscriversi al Corso di Soccorso Avanzato della Misericordia

Per chi fosse interessato a frequentare il Corso di Soccorso Avanzato della Misericordia, alleghiamo il modulo di adesione al Corso.
I moduli una volta compilati dovranno essere consegnati all’ufficio protocollo del Comune di Scansano.
cliccare sull’immagine seguente per scaricare il modulo-

 

 

 

 

 

Questo il programma completo del corso:

Legge 25 – Protocollo formativo dei soccorritori volontari di livello avanzato

MODALITÀ’ ORGANIZZATIVE DEL CORSO

ORGANIZZAZIONE
I corsi di formazione sono organizzati dalle Associazioni iscritte nel Registro Regionale del volontariato, di cui alla L.266/91 ed alla L.R. 28/93 (e successive modificazioni ), che svolgono servizio di trasporto sanitario di soccorso.

REQUISITI PER L’AMMISSIONE
Al corso si può accedere al compimento del 18 anno di età, previa presentazione di attestazione medica di idoneità psicofisica al servizio rilasciata in data non antecedente a tre mesi.

DIREZIONE
Il Direttore del corso è un Medico o un Infermiere, designato dall’Associazione promotrice del corso.

DOCENTI
I docenti sono scelti dal direttore del corso in base a criteri di competenza specialistica e di efficacia didattica.

DURATA
La durata del corso è di 95 ore, così suddivise: 25 di teoria, 40 di pratica e 30 di tirocinio; a quest’ultimo si accede solo dopo lo svolgimento delle lezioni teorico pratiche relative alle tecniche di barellaggio.

COMMISSIONE D’ESAME
E’ costituita dal direttore del corso, da un delegato dell’Organismo Federativo di appartenenza e dal responsabile medico della C.O. 118 territorialmente competente (o suo delegato). La commissione entro i successivi 15 gg. Concorda con l’Associazione la data e la sede di svolgimento degli esami. La sessione d’esame deve prevedere un numero di candidati non inferiore a dieci. Per numeri inferiori di candidati può essere previsto un accorpamento di sessioni fra le Associazioni presenti sul territorio dell’Azienda U.S.L. Per l’ammissione all’esame il direttore del corso deve verificare la partecipazione del candidato ad almeno l’80% delle ore previste per teoria ed esercitazioni. Le eventuali assenze devono essere recuperate in momenti strutturati in accordo con i docenti.
L’esame finale è composto da una prova scritta ed una prova pratica.
– Prova scritta: 20 test a risposte multiple, estratti da una serie di quiz predisposti a livello regionale, riguardanti gli argomenti trattati nel programma; la prova è superata con almeno l’80% di risposte esatte.
– Prova pratica: esecuzione di tecniche manuali inerenti le manovre del supporto vitale di base e di tecniche strumentali inerenti le manovre del supporto vitale nel trauma, secondo i criteri di valutazione dettati dai protocolli internazionali. Per l’espletamento della prova pratica la Commissione può avvalersi di ulteriore personale sanitario e/o tecnico operante nel sistema dell’emergenza.
Al termine della sessione la Commissione redige apposito verbale in triplice copia, con i nominativi dei soccorritori che, per valutazione unanime della Commissione stessa, hanno superato l’esame. Il delegato dell’Organismo Federativo ed il responsabile medico 118 (o suo delegato) trasmettono agli enti di appartenenza copia del verbale in base al quale gli Organismi federativi potranno rilasciare i conseguenti attestati di idoneità, con validità biennale.
Gli aspiranti che non supereranno l’esame dovranno nuovamente frequentare il corso prima di ripresentarsi.

OBIETTIVI E CONTENUTI DEL CORSO

Gli operatori del volontariato vogliono perseguire la finalità di una completa integrazione nel sistema di soccorso in emergenza-urgenza mirando alla sua ottimale funzionalità nel rispetto dei seguenti obiettivi generali:

OBIETTIVI GENERALI
– acquisire la consapevolezza del ruolo sociale del volontario;
– saper rilevare i bisogni del cittadino utente ed operare per il loro soddisfacimento;
– possedere gli elementi per la piena conoscenza delle azioni e delle tecniche complesse che interagiscono nelle missioni di soccorso;
– saper coordinare l’intervento dei soccorsi, per quanto di propria competenza;
– saper collaborare nell’ambito di una equipe di soccorso con il personale sanitario.

RUOLO DEL VOLONTARIATO
(1 ora – teoria)
­ Cosa vuol dire essere volontari;
– Finalità e ruolo della propria organizzazione;
– La struttura locale, regionale e nazionale della propria organizzazione.

ASPETTI RELAZIONALI NELL’APPROCCIO AL PAZIENTE
(2 ore – teoria + 2 ore lavoro di gruppo )
­ le necessità primarie dei pazienti nei momenti di pericolo;
­ i problemi dell’individuo connessi al passaggio repentino da uno stato di benessere allo stato di malattia (II dolore la morte);
­ possibili schemi di comportamento che sviluppino la comunicazione e l’autocontrollo.

L’ORGANIZZAZIONE DEI SISTEMI D’EMERGENZA
(4ore – teoria )
­ conoscere i protocolli operativi del sistema di emergenza-urgenza;
– definire l’importanza del concetto di “catena dei soccorsi”;
– definire l’importanza del coordinamento del soccorso, dal punto di vista sociale;
– conoscere le componenti del sistema d’emergenza;
­ definire i ruoli degli operatori presenti all’interno dei sistema di emergenza;
­ conoscere le risorse del territorio;
­ comprendere il significato dell’integrazione delle varie componenti il sistema.

ASPETTI LEGISLATIVI DELL’ ATTIVITA’ DEL SOCCORRITORE VOLONTARIO
1 ora – teoria)
­ La responsabilità penale;
­ La responsabilità civile;
– Le leggi regionali e nazionali che regolano l’attività di soccorso.

II SUPPORTO VITALE DI BASE E NORME ELEMENTARI DI PRIMO SOCCORSO
(2 ore teoria + 6 ore pratica)
­ Basi di anatomia e fisiologia applicate alle situazioni di emergenza non traumatiche;
­ Definire il concetto di morte improvvisa;
– La catena della sopravvivenza;
­ Valutazione dello stato di coscienza;
– Valutazione attività respiratoria – respirazione artificiale;
– Valutazione circolazione – massaggio cardiaco esterno;
– Manovra a due soccorritori;
– Ostruzioni delle vie aeree da corpo estraneo;
– Manovre di disostruzione delle vie aeree;
– Posizione laterale di sicurezza;
-Supporto vitale di base in situazioni particolari: folgorazione, annegamento, ustioni, trauma, distermia.

II SUPPORTO VITALE DI BASE PEDIATRICO
(2 ore teoria + 6 pratica )
­ Elencare le principali emergenze pediatriche nel lattante e nel bambino;
– Definire le cause di A.C.R. nel lattante e nel bambino;
– Valutazione dello stato di coscienza;
– Valutazione attività respiratoria – respirazione artificiale;
-Valutazione circolazione – massaggio cardiaco esterno nel lattante e nel bambino;
– Manovra a due soccorritori;
– Ostruzioni delle vie aeree da corpo estraneo;
– Manovre di disostruzione delle vie aeree.

TRAUMATOLOGIA E TRATTAMENTO DELLE LESIONI SUPPORTO VITALE NEL TRAUMA
(4 ore teoria + 16 pratica )
­ Basi di anatomia e fisiologia applicate alle situazioni di emergenza traumatica;
– Catena della sopravvivenza nelle emergenze traumatiche;
– I protocolli che disciplinano l’arrivo sul posto della squadra di soccorso;
– Valutazione primaria;
– Valutazione secondaria;
– I sistemi di immobilizzazione e trasporto;
– Esercitazioni per simulazione.

LE ATTREZZATURA IN EMERGENZA SANITARIA
(1 ore teoria + 2 pratica)
­ Le apparecchiature elettromedicali: conoscenza e modalità d’impiego;
– L’impiego pratico di tutti i presidi in interventi complessi.

II SUPPORTO VITALE AVANZATO CON ATTREZZATURE SPECIFICHE
(2 ore totali + 8 pratica )
­ Il supporto vitale avanzato;
– Le attrezzature particolari utilizzate nel supporto vitale avanzato;
– Definire i protocolli operativi del supporto vitale avanzato;
– Sapere applicare, sotto controllo del medico, i protocolli internazionali del supporto vitale avanzato ed operare in èquipe secondo modalità adeguate;
– Esercitazioni per simulazione.

PROBLEMATICHE DEL SOCCORSO IN SITUAZIONI SPECIFICHE SOCIO-SANITARIE
(1 ore – teoria)
Titoli:
­ Riconoscimento delle evenienze specifiche:
a) psichiatria,
b) tossicodipendenza
c) alcoolismo
­ Approccio mirato al paziente
­ Normative vigenti

I MEZZI DI SOCCORSO
IGIENE E PREVENZIONE NEL SOCCORSO E SULLE AMBULANZE
(1 ore )
­ conoscere le caratteristiche tecniche dei mezzi di soccorso;
– identificare le problematiche relative alla trasmissione interumana di malattie infettive durante le attività di soccorso;
­ conoscere le procedure necessarie al mantenimento dell’igiene ambientale dei mezzi di soccorso.

PREVENZIONE ANTINFORTUNISTICA
(2 ora teoria)
­ La prevenzione antinfortunistica negli interventi di soccorso;
– Le norme di comportamento e le procedure necessarie alla prevenzione degli infortuni durante il soccorso.

L’ INTERVENTO A SUPPORTO DELL’ELISOCCORSO
(2 ore teoria)
­ I ruoli ed i compiti dell’elisoccorso;
– La tipologia del servizio;
– I criteri per la scelta e messa in sicurezza delle zone di atterraggio;
– Sapere utilizzare correttamente i mezzi di comunicazione:
a) ambulanza > centrale 118 > elicottero
b) ambulanza > elicottero
– I fattori di rischio nell’intervento in appoggio all’elisoccorso.